Porto Fluviale | Aquileia Cosa Vedere In Un Giorno
Friuli Venezia Giulia

Aquileia: cosa vedere attraverso le tracce del suo glorioso passato

La visita all’area archeologica e al complesso della basilica, dichiarate nel 1998 Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO, hanno rappresentato indubbiamente i momenti di maggiore stupore durante la nostra giornata alla scoperta di cosa vedere ad Aquileia.
Ammirando i meravigliosi mosaici e i resti del porto fluviale abbiamo immaginato, viaggiando con la fantasia, come avrebbe potuto svolgersi la vita in questa colonia romana, conosciuta anche come la “seconda Roma”, durante il suo periodo di massimo splendore.
Nasce così il nostro racconto per farti conoscere Aquileia ed illustrarti cosa vedere in un giorno attraverso le tracce del suo passato facendo anche un salto nella sua tradizione enogastronomica.

Abbiamo deciso di regalarti, inoltre, una mini guida con la quale consigliarti una tappa per impreziosire il tuo itinerario per esplorare cosa vedere a Aquileia e dintorni.

Campanile | Basilica di Aquileia
Campanile della Basilica di Aquileia

  • Periodo: Agosto
  • Durata: 1 giorno

Questo itinerario alla scoperta di AQUILEIA è il nostro personale suggerimento se sei un viaggiatore al quale piace esplorare il mondo affidandosi alla VISTA, al GUSTO e cercando attraverso il TATTO una CONNESSIONE CON IL LUOGO.

Scopri le nostre valutazioni!

🌎🌎🌎🌎🌎

VISTA

🌎🌎🌎🌎🌎

GUSTO

🌎🌎🌎🌎

TATTO | CONNESSIONE COL LUOGO

🌎🌎🌎

UDITO

🌎🌎🌎

OLFATTO



AQUILEIA COSA VEDERE: Il nostro itinerario

Area Archeologica di Aquileia

Foro Romano

Percorrendo in macchina la trafficata Via Giulia Augusta si incontra la prima delle numerose testimonianze di epoca romana che fanno di questa città uno dei siti archeologici più importanti del Nord Italia.
Il lungo colonnato oggi visibile è frutto della ricostruzione attuata nei primi decenni del secolo scorso e consente di immaginarne l’antica struttura. Da questo luogo, che fungeva da nucleo della vita sociale e commerciale nel I secolo d.C., diamo inizio al nostro itinerario per illustrarti cosa vedere ad Aquileia.

Foro Romano | Aquileia Cosa Vedere
Foro Romano
 

Porto Fluviale Romano

Con una breve passeggiata si raggiungono i resti dell’antico porto fluviale, risalente al II secolo a.C., visibili all’interno di un percorso dove gli alti cipressi offrono un pò di ristoro durante le calde giornate estive.
La presenza del fiume navigabile Natisone-Torre consentì un rapido sviluppo economico in quanto tale porto divenne punto di scambio per le merci [Materiali da costruzione, spezie, alimenti e pietre preziose] provenienti dal Nord Europa e da gran parte delle città che si affacciavano sul Mar Mediterraneo.
Resti di una delle due banchine di pietra e di alcune tombe, altari e frammenti marmorei di un lussuoso edificio costituiscono ulteriori testimonianze dell’importanza di Aquileia in epoca romana.

Porto Fluviale | Aquileia Cosa Visitare In Un Giorno
Porto Fluviale

:: CURIOSITA’ IN VIAGGIO ::
La leggenda narra che, poco prima dell’arrivo di Attila e del suo esercito formato da oltre 500.000 soldati, gran parte dei tesori di Aquileia vennero nascosti all’interno di un pozzo per proteggerli dal saccheggio degli Unni. Oltre ad ingenti quantità d’oro si dice che tra gli oggetti di immenso valore fosse presente anche il Sacro Graal.
Naturalmente questo pozzo non fu mai ritrovato ma per molti secoli, fino al secondo dopo guerra, tale credenza continuò a vivere tra i cittadini di Aquileia tanto da indurli ad inserire una clausola, la cosiddetta “Ius Putei” [La legge del pozzo], all’interno dei contratti di compravendita dei terreni agricoli; con questa legge si stabiliva che, in caso di ritrovamento del leggendario pozzo, la proprietà di tutti i beni sarebbe rimasta nelle mani del vecchio proprietario.

 

Complesso della Basilica Patriarcale

Questo meraviglioso complesso, composto dalla basilica, dal campanile, dal battistero e dal südhalle, costituisce l’attrattiva principale da inserire all’interno di un percorso turistico per scoprire cosa vedere a Aquileia in un giorno.

Basilica Di Aquileia | Cosa vedere ad Aquileia
Basilica di Aquileia

Basilica di Aquileia

La Basilica di Aquileia, dedicata a Santa Maria Assunta e ai Santi Ermacora e Fortunato, conserva al suo interno una delle più estese superfici a mosaico esistenti al mondo [760 m²].
La passerella in vetro offre ai visitatori la possibilità di ammirare questa straordinaria opera decorativa costituita da alcune particolari rappresentazioni tra le quali spiccano: la lotta tra il gallo e la tartaruga [Contrapposizione tra la vita (gallo) e le tenebre (tartaruga)], le stagioni, il Buon Pastore, la vittoria Cristiana e le tre grandi scene marine con la storia di Giona. Anche noi siamo rimasti incantati dal fascino di queste meravigliose immagini giunte quasi intatte fino ai giorni nostri.

Mosaico | Basilica Di Aquileia
Mosaico
Mosaico | Aquileia Basilica
Mosaico

:: CURIOSITA’ IN VIAGGIO ::
La bellezza di questi mosaici fu in grado di ammaliare anche Attila lo spietato condottiero unno che, nel 452, mise a ferro e fuoco Aquileia risparmiando però questo immenso capolavoro. La fortuna baciò nuovamente questo gioiello paleocristiano: considerato di poco conto venne infatti coperto in epoca medievale con una pavimentazione che ne conservò le fattezze fino ai primi anni del ‘900, quando venne definitivamente riportato alla luce!

 

Il nostro giro esplorativo all’interno della Basilica di Aquileia termina con la visita ad una delle due cripte: la cripta degli affreschi.
Situata sotto l’altare maggiore venne costruita per conservare le reliquie dei Santi Martiri della Chiesa aquileiese. Una volta raggiunto il suo interno i tuoi occhi saranno rapiti dai colori degli affreschi che rappresentano la Madonna in trono col bambino, Gesù tra gli angeli e che raccontano scene di vita dei Santi e la passione di Cristo.

Cripta Degli Affreschi | Basilica Di Aquileia
Cripta degli affreschi

L’imponente campanile, alto ben 73 metri e concepito inizialmente come torre di avvistamento, completa la struttura romanico gotica della Basilica Patriarcale di Aquileia e offre ai fortunati visitatori un panorama mozzafiato dalla sua sommità. Alla sua base sono visibili anche gli scavi e i mosaici appartenenti dell’antica chiesa paleocristiana.

A due passi dal campanile si trova, inoltre, la copia della Lupa Capitolina, donata dalla Città di Roma nel 1919, con la quale si volle celebrare una duplice ricorrenza: la riannessione all’Italia di Aquileia e di una parte del territorio friulano e il ventunesimo centenario della fondazione di questa importante colonia [181 a.C.].

 

Battistero

Posizionato davanti all’ingresso principale della basilica il Battistero, il cui esterno si presenta in forma quadrata, ha rappresentato uno dei luoghi più suggestivi tra quelli visitati durante la nostra giornata dedicata alla scoperta di cosa vedere ad Aquileia soprattutto grazie al gioco di luci che illumina le sei colonne e la fonte battesimale di forma esagonale.

Battistero | Aquileia cosa vedere
Battistero
 

Südhalle

Oltre ai meravigliosi mosaici custoditi all’interno della Basilica di Aquileia questa città conserva altri splendidi esempi di questa tecnica decorativa.
Dal 2011 infatti, nel complesso museale realizzato ad hoc, è possibile ammirare altri frammenti di pavimentazione decorata con elementi geometrici e legati al mondo della natura; un sapiente lavoro di restauro ha portato alla luce le tessere con una gamma di colori che spazia dal giallo al rosso, dal bianco al rosa e dal grigio al nero.
Simbolo di questa area espositiva è sicuramente il mosaico del pavone, emblema dell’immortalità, composto da parti in pietra, in cotto e in vetro blu e turchese che creano un sorprendente e variopinto piumaggio.

Mosaico del Pavone Südhalle | Cosa Vedere Ad Aquileia
Mosaico del pavone
 
  • Orari & Biglietti

Basilica di Aquileia e Cripta degli affreschi

Biglietti
Intero: 3€
Ridotto: 2,50€
Gratis con FVG Card

– – – – –

Complesso della Basilica Patriarcale [Basilica, Cripte, Battistero, Südhalle, Domus e Palazzo Episcopale, Campanile]

Biglietti
Intero: 10€
Gratis con FVG Card

Per tutte le altre informazioni consultare questo link.

 

Cimitero degli Eroi

Come già raccontato nel nostro articolo dedicato alle sensazioni vissute in Friuli Venezia Giulia la visita al Cimitero degli Eroi, posto alle spalle della torre campanaria, ha rappresentato un momento di forte coinvolgimento emotivo per via del tragico epilogo toccato ai giovani soldati che qui riposano tra le croci in ferro battuto adornate da fronde di alloro e di quercia. Il monumento più rappresentativo di questo luogo è senza ombra di dubbio il simbolico altare dedicato a tutti i caduti della I Guerra Mondiale ai piedi del quale si trovano le salme dei Dieci Militi Ignoti e quella di Maria Bergamas, colei che scelse il corpo del soldato che ancora oggi giace all’interno dell’Altare della Patria al Vittoriano.

Cimitero Degli Eroi | Aquileia Cosa Vedere
Cimitero degli Eroi
Tomba Dieci Militi Ignoti | Cosa Vedere Ad Aquileia
Tomba dei Dieci Militi Ignoti

AQUILEIA COSA VISITARE: Informazioni utili

Aquileia dove mangiare

  • RISTORANTE CORALLO | Via Beligna, 3 – Aquileia

Spinti dalla voglia di assaggiare il famoso e gustoso boreto, su prezioso consiglio di un’aquileiese doc, abbiamo scelto questo ristorante per assaporare i piatti tipici della cucina lagunare. Un servizio informale ed un ottimo rapporto qualità/prezzo fanno di questo ristorante il luogo ideale per concludere al meglio una giornata dedicata alla scoperta di cosa vedere a Aquileia e dintorni.

 

Visitare una cantina ad Aquileia

  • VINI PUNTIN | Via San Zili, 14 – Aquileia

Usufruendo del Passaporto della Strada del Vino e dei Sapori, compreso nel kit offertoci dall’ente del turismo del Friuli Venezia Giulia, abbiamo scoperto questa piccola ma accogliente cantina facente parte del progetto mediante il quale la regione ha voluto riunire una serie di enoteche e produttori rispettosi di valori tra cui genuinità, professionalità e qualità. Questa cantina, gestita da Monica e Dario, rispecchia totalmente i valori appena elencati; la loro professionalità e la qualità dei loro vini hanno reso davvero unica questa esperienza a due passi dall’area archeologica di Aquileia. Da amanti del buon vino non ci siamo fatti sfuggire l’occasione di portare a Torino una scorta di Cantius nelle due versioni: bianco, i cui profumi ricordano mela e vaniglia, e rosso, dal sentore di frutti di bosco e liquirizia!

Vini Puntin | Cosa Visitare Ad Aquileia
Vini Puntin
 

Cosa vedere nei dintorni di Aquileia

Ti lasciamo il link ad alcuni nostri post grazie ai quali potrai scoprire cosa vedere nei dintorni di Aquileia.

  • Udine – Il salotto del Friuli Venezia Giulia
  • Gorizia – La città di frontiera tra Italia e Slovenia
 

Scarica la scheda di viaggio

Vuoi avere sempre a portata di mano i nostri appunti per scoprire cosa fare e cosa vedere ad Aquileia?
Scarica la scheda di viaggio per non rischiare di perderti i nostri consigli!

Aquileia Cosa Vedere | Scheda Di Viaggio

COSA VEDERE A AQUILEIA E DINTORNI: Mini guida

Grado cosa vedere

Avendo a disposizione ancora mezza giornata abbiamo deciso di spostarci in quel di Grado per inserire una tappa in stile marittimo dopo aver scoperto cosa vedere ad Aquileia.
Per raggiungere Grado si può percorrere un ponte che taglia in due la laguna e che collega in soli 10′ l’Isola del Sole all’entroterra aquileiese. Si tratta quindi di un’escursione da effettuare comodamente in giornata per scoprire cosa vedere a Aquileia e dintorni!
Il nostro consiglio è di lasciarti alle spalle questa cittadina dalle antiche origine romane all’ora del tramonto per ammirare, percorrendo la Strada Translagunare, il suggestivo panorama e gli splendidi colori che la laguna sarà in grado di offrirti durante la magic hour.

 

Mandracchio

Grado è conosciuta per il suo forte legame con il mare e, di conseguenza, per tutte le attività che ruotano intorno alle acque della laguna.
Proprio per questo motivo abbiamo deciso di iniziare la visita di questa cittadina da uno dei suoi luoghi simbolo: il Porto vecchio, dalla caratteristica forma a Y rovesciata, conosciuto anche come Madracchio.
Dalle banchine potrai facilmente scorgere i pescatori intenti a riporre i ferri del mestiere al termine di una lunga giornata in mare aperto oppure le numerose imbarcazioni che prendono il largo per portare i turisti alla scoperta delle isolette e dei canali che circondano l’Isola del Sole.
Il susseguirsi di bar, ristoranti e negozi lo rendono il luogo ideale per una passeggiata a qualunque ora del giorno o per un pasto a base di ottimo pesce fresco come ad esempio il conosciutissimo Boreto a la Graisana.

Mandracchio | Grado Cosa Vedere
Mandracchio
 

Grado cosa vedere con una passeggiata nel suo centro storico

Percorrendo le acciottolate vie del centro storico abbiamo avuto l’impressione che qui il tempo si sia fermato tra i fasti dell’epoca romana, periodo durante il quale il Castrum Gradense si trasformò in una fortezza per respingere gli innumerevoli tentativi di incursioni barbariche, e il fascino dell’architettura medievale.
Con una piacevole camminata potrai ammirare da vicino gli antichi edifici paleocristiani di Grado che arricchiscono la lista di cosa vedere in un giorno nel suo centro storico: la Basilica di Santa Maria delle Grazie, la Basilica di Sant’Eufemia, il Battistero, il Lapidario e i preziosi mosaici che un tempo abbellivano l’imponente Basilica, i cui resti sono ancora visibili in Piazza Biagio Marin.

Centro Storico | Grado Cosa Vedere
Centro storico
 

Lungomare

Se si parla di Grado è impossibile non citare le sue spiagge dorate ormai da anni insignite della Bandiera Blu, assegnata solo alle località balneari capaci di soddisfare una serie di requisiti come ad esempio: qualità delle acque, servizi offerti, pulizia delle spiagge, etc….
Oltre a farti trascorrere intere giornate di puro relax in spiaggia, Grado potrà anche offrirti piacevoli passeggiate rigeneranti accompagnate dall’intenso profumo di salsedine. Il luogo più indicato è senza ombra di dubbio il lungomare Nazario Sauro, lungo circa un chilometro e comunemente noto ai gradesi come “la diga”.

Scogli | Aquileia E Grado Cosa Vedere
Scogli sul lungomare di Grado

In collaborazione con Ente del Turismo Friuli Venezia Giulia


Ultimo aggiornamento: 14 febbraio 2021

Hai trovato utile questo racconto di viaggio? Interagisci con noi lasciando un commento! Condividilo con i tuoi amici!
Per rimanere sempre aggiornato vienici a trovare su Instagram e su Facebook!

24 commenti

    • Daniele & Marilena

      E’ stata una piacevole giornata divisa tra la storia di Aquileia e il profumo di salsedine del lungomare dell’Isola del Sole!
      Questa cittadina gode davvero di una posizione davvero privilegiata a soli 10′ dalla laguna di Grado!

    • Marilù

      La bellezza di quei mosaici, oltre che del posto e, mi lascia senza parole, e come diciamo spesso, ma quanto poco la conosciamo questa Italia? E quanto è piena zeppa di posti da vedere da Nord a Sud? Mi sa che un bellissimo on the Road non ci starebbe affatto male, anche se so che finirebbe con 10 kg in più 😉

      • Daniele & Marilena

        Il rischio di tornare a casa con parecchi kg in più è tipico di ogni singolo viaggio all’interno del territorio italiano! 😂
        Anche per noi il Friuli Venezia Giulia è stata una splendida scoperta. Già in fase di organizzazione avevamo iniziato a farci un’idea delle bellezze che questa regione sarebbe stato in grado di regalarci!
        Tappa dopo tappa abbiamo toccato con mano la varietà e le meraviglie di ogni singola cittadina friulana!

  • Marta

    Ragazzi con i vostri articoli mi fate proprio venir voglia di venire a esplorare il Friuli, che non ho mai visto. Questo articolo poi è utilissimo, non manca nulla anche le curiosità e i consigli su dove mangiare (fondamentali per una siciliana come me)!! Sicuramente se dovessi capitare da quelle parti userei il vostro Blog come guida di viaggio

    • Daniele & Marilena

      Ma grazie!!! 😍😍😍
      Questo è davvero un bellissimo complimento soprattutto perchè cerchiamo sempre di rendere completo ogni singolo articolo sperando che qualcuno possa, in seguito, utilizzare il nostro itinerario come base per scoprire una città o un luogo!
      Quando le esperienze culinarie riescono a soddisfare le nostre aspettative, siamo ben felici di parlarne nell’articolo per essere un pò il “Tripadvisor dei poveri”!!! 😂😂😂

    • Daniele & Marilena

      Grazie mille Arianna! Ci stiamo divertendo un sacco a ripercorrere le tappe del nostro on the road sperando che i nostri racconti possano tornare utile almeno ad un visitatore quando si potrà tornare a viaggiare!

  • anna

    Più leggo il vostro blog e più mi rendo conto di non sapere veramente nulla del Friuli Venezia Giulia. Mi state facendo conoscere posti splendidi di cui ignoravo l’esistenza.

  • Cécile

    Grazie mille per questo articolo che, come sempre, è pieno di dettagli ed informazioni davvero utili. Ci avete davvero fatto venire voglia di visitare Aquileia, che non conoscevamo affatto bene. Speriamo riaprano presto i confini regionali perché un viaggio in Friuli Venezia e Giulia ci sta tutto.

    • Daniele & Marilena

      Grazie mille!!!! Nel nostro piccolo cerchiamo sempre di essere il più precisi possibili per fornire il maggior numero di informazioni!
      Lo ripetiamo sempre: il Friuli Venezia Giulia da regione semi-sconosciuta, per noi, si è trasformata in una piacevole sorpresa che merita anche una seconda/terza visita!!!

  • Federica

    Non conoscevo Aquileia ma col vostro post mi avete aperto un mondo, ci sono tantissime cose interessanti da fare e da vedere.
    Se devo essere sincera però dopo una visita al battistero, che mi sembra splendido, la cosa che vorrei fare assolutamente è la visita ad una cantina.

  • Roberta

    Quando ho aperto il post non sapevo dove fosse questa città! E dalle foto avrei detto quasi sicuramente vicino a Roma!
    Con mia grande sorpresa mi sbagliavo.
    Dal vostro itinerario sembra un gioiellino da non farsi scappare.
    Me lo appunto per la prossima volta che torno in Italia!

    • Daniele & Marilena

      Vedendo il colonnato e i resti del porto fluviale anche a noi ha dato quella sensazione! Aquileia merita davvero una visita. Una piccola cittadina con una quantità impressionante di luoghi da scoprire e ammirare!

  • Valentina

    Davvero interessantissimo questo articolo su cosa vedere ad Aquileia! Tra l’altro mi avete riportato alla mente dei bellissimi ricordi, della gita scolastica di terza media. Siamo stati a Trieste, alle Grotte di Postumia e sulla strada del ritorno abbiamo visitato la Basilica di Aquileia. Non sapevo ci fossero tutte queste cose da vedere oltre alla Basilica

    • Daniele & Marilena

      La Basilica è sicuramente il fulcro turistico di Aquileia ma vale davvero la pena perdersi ad ammirare il resto che questa meravigliosa cittadina può offrire! Camminare all’interno dell’antico porto fluviale, ad esempio, ti permette di unire la scoperta del tracce di epoca romana ad una piacevole passeggiata avvolti da un’atmosfera davvero affascinante!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *