Folklore Pugliese | Valle D'Itria
Puglia

Valle d’Itria cosa vedere nel cuore bianco della Puglia: il nostro on the road

Con questo articolo vogliamo raccontarti la Valle d’Itria descrivendo cosa vedere in soli 4 giorni. Abbiamo pensato di illustrarti la nostra idea di on the road per darti un assaggio della Valle d’Itria in Puglia. Sarà il primo di una serie di post dettagliati con i quali ti racconteremo come abbiamo esplorato quest’area del tacco d’Italia.


Marilena mi ha sempre decantato la sorprendente bellezza della Valle d’Itria ed elencato le innumerevoli cose da vedere nei dintorni di Cisternino e delle altre cittadine che compongono questa particolare zona. Complice un evento speciale, non ci siamo fatti sfuggire l’occasione, anche se pur di breve durata, di partire alla volta del cuore bianco della Puglia.

 


VALLE D’ITRIA COSA VEDERE: Il nostro on the road

Premessa: avendo a disposizione troppo poco tempo, abbiamo scelto di includere solo alcune zone di questo territorio per cui all’interno del post troverai le informazioni relative alle località da noi visitate rimandando ad un’eventuale prossima occasione la scoperta delle altre cittadine che fanno parte della Valle d’Itria.

La Valle d’Itria, il cui nome sembra essere riconducibile alla Madonna Odegitria, si estende tra le province di Bari, Brindisi e Taranto e comprende ben 8 comuni: Locorotondo, Cisternino, Alberobello, Ostuni, Fasano, Ceglie Messapica e Martina Franca che per altitudine e numero di abitanti supera le altre località della Valle dei Trulli.

Ammirare da vicino i caratteristici trulli e le masserie, passeggiare nelle sue zone rurali alla scoperta della natura incontaminata dove si susseguono uliveti secolari, vigneti e frutteti delimitati dai famosi muretti a secco e gustare le saporite specialità della tradizione culinaria sono solo alcuni dei motivi per cui abbiamo scelto di visitare la Valle d’Itria in maniera itinerante.

 

Durata & Periodo

  • Periodo: Luglio
  • Durata: 4 giorni
 

Tappe

  • Cisternino
  • Alberobello
  • Ostuni
  • Savelletri | Parco delle Dune Costiere

VALLE D’ITRIA PUGLIA: Cosa vedere in 4 giorni

Giorno 1

Cisternino | Valle d’Itria Puglia

Questo splendido e candido borgo, insignito della bandiera arancione del Touring Club italiano e appartenente sia al circuito dei borghi più belli d’Italia che a quello dei comuni amici del turismo itinerante, gode di una meravigliosa vista sulla Valle d’Itria e merita di essere inserito di diritto tra le cose da vedere in questo angolo d’Italia anche grazie alle prelibatezze che si possono gustare all’interno dei noti fornelli pronti e non solo!

Valle D'Itria Puglia | Vicoli Centro Storico Cisternino
Vicoli del centro storico
 

Giorno 2

Alberobello

Alberobello è senza ombra di dubbio la località più famosa che tutti vogliono inserire nel loro itinerario alla scoperta di cosa vedere nella Valle d’Itria. Sarà davvero meraviglioso passeggiare tra i caratteristici trulli, i vicoli adornati da coloratissime piante e fiori e ammirare il tramonto che illumina i tetti di questi caratteristici edifici.

Valle D'Itria | Tramonto sui trulli Alberobello
Ecco una delle cose assolutamente da fare in Valle d’Itria: raggiungi Alberobello nel tardo pomeriggio per ammirare il tramonto sui trulli

:: CURIOSITA’ IN VIAGGIO ::
La Valle d’Itria vanta ben due simboli riconosciuti come Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO: i trulli di Alberobello e i muretti a secco tipici delle zone agricole, il celebre manufatto in grado di rappresentare “il rapporto armonioso fra uomo e natura”.

 

Giorno 3

Ostuni

Ostuni, uno dei simboli della Valle d’Itria, è in grado di offrire ai suoi visitatori un’infinità di cose da vedere che sapranno rendere affascinante e unica la giornata alla scoperta della famosissima città bianca. Girovagando tra i suoi vicoli alla scoperta di storia, arte, panorami vista mare e posti instagrammabili finirai per innamorarti perdutamente di questo luogo.

Valle D'Itria | Piazza Libertà Ostuni
Piazza Libertà
 

Giorno 4

Savelletri e Parco Dune Costiere | Valle d’Itria mare

La Valle d’Itria, tra le tante cose da vedere, offre anche meravigliosi scorci con affaccio sul Mare Adriatico. Uno di questi è indubbiamente rappresentato dal parco naturale regionale noto come “Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo” che occupa una parte del territorio a cavallo tra i comuni di Ostuni e di Fasano.
Oltre a goderti qualche ora di relax in uno dei tanti stabilimenti balneari presenti in zona, ti consigliamo di concederti anche una passeggiata a Savelletri per vedere da vicino il suo grazioso porticciolo e per lasciarti ipnotizzare dal rumore del mare che si infrange sugli scogli e dalla gestualità dei pescatori intenti ad arricciare i polpi.

Valle D'Itria | Parco Dune Costiere
La Valle d’Itria significa anche mare! Rilassati sulle spiagge del Parco Dune Costiere oppure visita il grazioso porticciolo di Savelletri

VALLE D’ITRIA COSA VEDERE: Informazioni utili

Vuoi sapere cosa vedere in Valle d’Itria?

Ti lasciamo il link ad alcuni nostri post grazie ai quali potrai approfondire ogni singola tappa del nostro on the road alla scoperta di cosa vedere in Valle d’Itria.

  • Cisternino – Il candido borgo della Valle d’Itria
  • Alberobello – A spasso tra i romantici trulli
  • Ostuni – La città bianca nel cuore della Puglia
 

Come raggiungere la Valle d’Itria

Premessa: per organizzare il nostro itinerario alla scoperta della Valle d’Itria e dei molti punti d’interesse da includere nelle lista delle cose da vedere, siamo partiti dalla nostra amata Torino per raggiungere Cisternino e, di conseguenza, le informazioni che seguiranno faranno riferimento a questo borgo come base di partenza di ogni escursione giornaliera.

Per comodità e soprattutto per il poco tempo a nostra disposizione abbiamo scelto di utilizzare il treno notturno per arrivare fino a Fasano e successivamente noleggiare una macchina per muoverci liberamente durante il nostro on the road alla scoperta di questo angolo di Puglia.

 

Valle d’Itria in auto: il modo migliore per scoprire cosa vedere

L’utilizzo dell’auto è sicuramente il modo più comodo per raggiungere la Valle d’Itria creare un itinerario ad hoc per scoprire cosa vedere.
Arrivando in autostrada da nord il percorso consigliato è il seguente: uscire a Bari nord, seguire le indicazioni per la SS16 in direzione Brindisi e immettersi sulla SS379 con destinazione Cisternino.
Arrivando da sud invece è preferibile uscire dall’autostrada Brindisi-Lecce e seguire sempre le indicazioni per la SS16 con destinazione Cisternino.

 

Valle d’Itria in aereo

Gli scali aeroportuali più comodi, si fa per dire, per raggiungere Cisternino sono quelli di Bari [Distanza 80km circa] oppure quello di Brindisi [60km circa]. Oltre alla durata del volo aereo dovrai, quindi, considerare ancora un’ulteriore ora di viaggio circa sia se deciderai di raggiungere il borgo con l’auto sia con il treno.

 

Valle d’Itria in treno

La stazione ferroviaria di Fasano è la più comoda per raggiungere questa porzione di Puglia e muoverti immediatamente in direzione del borgo di Cisternino. In alternativa potrai optare per la successiva fermata che coincide con la stazione di Ostuni.


VALLE D’ITRIA COSA VEDERE: Indirizzi consigliati

Dove mangiare in Valle d’Itria

  • Bar Palazzo | Corso Umberto I, 103 – Cisternino
  • Pizzeria L’Angoletto | Corso Umberto I, 142 – Cisternino
  • Osteria Sant’Anna | Viale Stazione, 142 – Cisternino
  • Al Vecchio Fornello | Via Basiliani, 18 – Cisternino
  • Oltremura | Vico Remo, 8 – Cisternino
  • Borgo Antico Bistrot | Via Fina, 8 – Ostuni
 

Dove dormire in Valle d’Itria

Non possiamo fornirti informazioni dettagliate in merito a strutture dove soggiornare in Valle d’Itria in quanto abbiamo avuto la fortuna di essere stati ospitati dalla zia di Marilena, tuttavia c’è un’esperienza che vorremmo assolutamente provare: dormire in un trullo immersi nella natura e nella tranquillità di questa zona della Puglia.

Dove Dormire In Valle D'Itria | Trullo
Dove dormire in Valle d’Itria? Imperdibile è l’esperienza di soggiornare all’interno di uno dei tipici trulli che caratterizzano questa zona della Puglia
 

Dove acquistare prodotti tipici della Valle d’Itria

  • Upal Cantina Sociale | Via Fasano, 150 – Cisternino
    Olio, vini bianchi, vini rossi, vini rosati e spumanti
  • Pumo Pugliese | Corso Umberto I, 85 – Cisternino
    Ceramica tradizionale pugliese
  • Casedda a Cummersa | Via Monte Sabotino, 26 – Alberobello
    Pasta, prodotti da forno, vini, liquori e souvenir

VALLE D’ITRIA PUGLIA: Condividi questo articolo

Hai trovato utile questo racconto di viaggio? Interagisci con noi lasciando un commento! Condividilo con i tuoi amici!
Per rimanere sempre aggiornato vienici a trovare su Instagram e su Facebook!

Valle d'Itria Puglia | Un on the road nel cuore bianco della Puglia
Valle d'Itria cosa vedere in 4 giorni | Alla scoperta di Cisternino, Alberobello, Ostuni e del Parco delle Dune Costiere

Ultimo aggiornamento: 14 aprile 2021

18 commenti

  • Stefania

    Che bei ricordi che mi avete fatto riaffiorare!!! Noi siamo riusciti a visitare in un’unica giornata Cisternino, Locorotondo ed Alberobello 😍 abbiamo dedicato un interno pomeriggio e serata ad Ostuni ma purtroppo non siamo riusciti a vedere Martina Franca che dicono essere un gioiellino in stile barocco!!! Quando siamo stati a Cisternino abbiamo mangiato anche noi Al Vecchio Fornello…bombette squisite 😋

    • Daniele & Marilena

      E’ una zona davvero meravigliosa che non vediamo l’ora di tornare a visitare soprattutto per completare il tour alla scoperta dei borghi che ci mancano.
      Locorotondo e Martina Franca sono in cima alle nostre priorità una volta che torneremo in Valle d’Itria!
      Le bombette di Cisternino dovrebbero diventare patrimonio Unesco!!! 😆

  • Simona

    Da pugliese sono molto contenta di quanto la Valle d’Itria sia sempre più conosciuta al di fuori della regione. Per quanto mi riguarda, l’angolo più caratteristico della Puglia insieme ai Monti Dauni. I borghi sono semplicemente suggestivi.

    • Daniele & Marilena

      E’ stata una toccata e fuga di soli 4 giorni, di cui mezza giornata dedicata alla cresima della cugina di Marilena, me ci è bastata per innamorarci di questi luoghi. Non vediamo davvero l’ora di poter tornare ad esplorare questa regione con la certezza che ogni nuova scoperta ci riempirà gli occhi di bellezza e il cuore di gioia. Ci stiamo già mettendo sotto per scrivere i post su Cisternino, Ostuni e Alberobello sperando di riuscire a descrivere al meglio questo tre cittadine meravigliose!

  • Fabio

    E’ una zona che ho avuto la fortuna ed il piacere di visitare in passato. Forse mi manca solo Cisternino. Sarà la scusa buona per tornare da quelle parti!

    • Daniele & Marilena

      Per noi Cisternino è stata la “casa base” per quei 4 giorni e ci siamo follemente innamorati delle sue viuzze e dei suoi panorami!
      Vi consigliamo assolutamente di visitarlo per rimanere ammaliati dalla bellezza di questo borgo!

      • Marilù Ortica

        Quanto mi piace il bianco di quelle zone, interrotto da dettagli colorati di decorazioni varie, davvero un bel giro che mi auguro di poter fare presto, sono stata in Puglia una sola volta ed è stato troppo tempo fa, avrei un po’ di cose da recuperare.

        • Daniele & Marilena

          Anche noi non vediamo l’ora di tornare perché abbiamo avuto troppo poco tempo per esplorare questa regione. Pochi giorni sono bastati però per farci innamorare dei panorami, del cibo e dell’atmosfera!

  • Fabio

    Che ricordi! Quanto mi era piaciuto andare alla scoperta della Valle d’Itria e delle sue principali cose da vedere. Cisternino me lo sono perso però… è un buon motivo per ritornare in Puglia!!

    • Daniele & Marilena

      Cisternino merita davvero un sacco! Noi poi l’abbiamo scoperto grazie alle dritte della zia di Marilena che da parecchi anni vive in questo splendido borgo! Anche se abbiamo fatto solo una toccata e fuga, anche a noi la Valle d’Itria ci è piaciuta un sacco e ci siamo ripromessi di tornare!

  • Cécile

    Noi non siamo mai andati in Puglia però, leggendo un po’ in giro e questo articolo ne è la conferma, inizieremmo sicuramente con la Valle d’Itria. Grazie anche per i consigli dove poter acquistare i prodotti locali, è una cosa che facciamo sempre anche noi prima di tornare a casa.

    • Daniele & Marilena

      Anche noi cerchiamo sempre di scoprire qualche chicca per portare a casa prodotti locali per prolungare il ricordo di ogni singolo viaggio.
      La Valle d’Itria merita davvero e cercheremo di rendere questa esperienza ancora più completa scrivendo altri articoli più dettagliati relativamente ad ognuna delle località da noi visitate!

  • Nicoletta

    In Puglia ci sono stata solo da piccola con i miei genitori e non mi ricordo molto, quindi mi piacerebbe ritornare ! La Valle d’Itria mi sembra ottima per cominciare un tour perché è proprio la Puglia che mi aspetto di vedere!

    • Daniele & Marilena

      La Valle d’Itria ti permette di visitare tutte le anime della Puglia perchè con brevi spostamenti in auto avrai la possibilità di scoprire le sue zone rurali, le sue spiagge e soprattutto le meravigliose cittadine che profumano ancora di tradizione e autenticità!

  • Federica Assirelli

    È una zona che mi riprometto di visitare da tempo, ma vorrei andarci fuori stagione per evitare i troppi turisti e non c’è ancora stata occasione. Sono stata solo ad Alberobello con una gita scolastica… quindi una vita fa!

  • Anna

    Da ‘local’ non posso che confermare i vostri consigli culinari. Io consiglio sempre rifornimento di vino e olio da Upal, e poi aggiungerei anche Cavi, la cooperativa caseificio latte, per i formaggi!

    • Daniele & Marilena

      Ricevere l’approvazione di un “local” ci fa molto piacere perchè significa che non abbiamo scritto cavolate!!! 😂😂😂
      La prossima volta teniamo a mente anche la cooperativa caseificio per rendere più completa l’esperienza!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *