Daniele e Marilena

Siamo Daniele & Marilena, una coppia di viaggiatori curiosi e responsabili, e partiamo da Torino alla scoperta del mondo. Amiamo i viaggi fai da te e preferiamo un turismo sostenibile fatto di contatto con le realtà locali; ci piacciono il buon vino, la cucina autentica e i profumi dei mercati.

Siamo fissati con l’aroma del caffè bollente che amiamo sorseggiare soprattutto se accompagnato da un dolce tipico, all’interno di graziose caffetterie, non resistiamo alla tentazione di portare a casa le fragranze che ci hanno inebriato durante il nostro viaggio [The, saponi artigianali, spezie] ed ogni nostra vacanza termina sempre con una cena romantica a lume di candela.

Daniele

Da sempre con la testa tra le nuvole amo tutto ciò che ha un leggero sentore di viaggio. Ho viaggiato meno rispetto a quanto avrei voluto e anche iniziare a scrivere questo blog è stato come partire verso una nuova scoperta. Non so dove mi porterà, non so quanta gente incontrerò, ma come all’inizio di ogni viaggio parto con la voglia di fare nuove esperienze, che di volta in volta andranno a riempire la mia valigia dei ricordi.

In Giappone, il viaggio che più mi è rimasto nel cuore, ho imparato ad apprezzare il significato della parola michikusa, ossia perdere tempo e guadagnare esperienze inaspettate, attività che cerco di applicare ad ogni esperienza di viaggio!

Oltre ai viaggi le mie più grandi passioni sono la pallavolo, la musica, il sushi, il buon vino e i tatuaggi [Per ora sono fermo a 11 e un alcuni sono dei veri e propri ricordi di viaggio sulla mia pelle, come ad esempio quello fatto a Malta oppure quelli fatti di ritorno dal Messico, da Creta e dal Giappone].

Quando tutti i giorni diventano uguali è perché non ci si accorge più delle cose belle che accadono nella vita ogniqualvolta il sole attraversa il cielo.

[Paulo Coelho | L’Alchimista]

Cosa fare e vedere a Zanzibar: Asilo Kidoti
Daniele [Asilo Kidoti – Zanzibar]

Marilena

Sognatrice curiosa, da sempre affascinata dalle bellezze che il mondo ha da offrire e dalle diverse culture che ci circondano.
Datemi una città nuova nella quale perdermi e saprete come rendermi felice.

In uno dei miei primi viaggi a Parigi ho scoperto la flânerie, ovvero la nobile arte di gironzolare ed osservare lentamente per scoprire i vicoli più segreti della città ed ogni suo piccolo dettaglio; a dispetto della frenesia dei nostri giorni che ci impone efficienza e distacco, è con questo spirito ed un pizzico di romanticismo che amo immergermi nei miei viaggi.

Catturare l’anima di ogni luogo con l’entusiasmo di una bambina e lasciarmi arricchire dall’esperienza appena vissuta è ciò che più mi rappresenta.

Come avrete intuito la Francia è stata una delle mie mete predilette, complice il mio percorso di studi in Economia e Gestione del Turismo e la vicinanza da Torino, ma in generale i viaggi, la musica ed i libri sono gli ingredienti essenziali del mio tempo libero.

Se poi il tutto è condiviso con la persona che ami ogni emozione che scaturisce da queste passioni è amplificata e facciamo del nostro meglio per rappresentarlo in questo blog.

Se hai avuto la fortuna di vivere a Parigi da giovane, dopo, ovunque tu passi il resto della tua vita, essa ti accompagna perchè Parigi è una festa mobile

[Ernest Hemingway | Festa mobile]

Cosa fare e vedere a Zanzibar: Asilo Kidoti
Marilena [Asilo Kidoti – Zanzibar]