Cité Du Vin Bordeaux | Struttura
Francia

La Cité du Vin di Bordeaux: un sensazionale viaggio nel mondo del vino

Vieni con noi alla scoperta della Cité du Vin di Bordeaux, uno dei musei più innovativi al mondo che ti permetterà di conoscere “vignobles” provenienti da ogni continente, intraprendere un entusiasmante viaggio attraverso secoli di storia e soprattutto approfondire alcune tematiche che ruotano intorno al vino all’interno di una struttura capace di toglierti il fiato!


TRAVEL CHECK-LIST
Sei alla ricerca di idee e spunti per organizzare al meglio la tua visita alla scoperta della Cité du Vin di Bordeaux? Grazie a questi link affiliati potrai facilmente accedere ad una serie di proposte che ti consentiranno, ad esempio, di acquistare il biglietto d'ingresso o il comodo City Pass!

# Acquista il biglietto d'ingresso per La Cité du Vin
# Acquista il Bordeaux City Pass per 48 o 72 ore

A Bordeaux, città che da tempo occupava i primi posti della nostra “travel wish list”, abbiamo avuto anche la fortuna di visitare un museo legato ad una delle nostre più grandi passioni ma soprattutto in linea con il nostro modo di interpretare l’essenza di un viaggio.

Nel cuore del quartiere “marittimo” di Bacalan o dei Bassins à flot, situato a due passi dalla Garonne e a poca distanza da quello bohémien di Chartrons, si trova infatti La Cité du Vin [Visita il sito ufficiale], la maestosa torre di vetro all’interno della quale abbiamo trascorso un’indimenticabile giornata immersi nel mondo del vino grazie ad un percorso esperienziale affascinante ed estremamente coinvolgente!

Sei pronto a ripercorrere il nostro itinerario e vivere un nuovo viaggio attraverso i 5 sensi?

 
Cité Du Vin Bordeaux | A Table
La Cité du Vin di Bordeaux, uno dei musei più innovativi al mondo

La Cité du Vin di Bordeaux

1. La Cité du Vin | Uno degli edifici simbolo di Bordeaux

Percorrendo il Quai de Bacalan oppure solcando le acque del fiume cittadino a bordo del Bat3 non si può fare a meno di notare l’originale struttura in vetro, legno e alluminio, elementi ricorrenti in ambito enologico [Vetro: bottiglie; Legno: botti; Alluminio: tini], che dal 2016 è divenuta uno dei simboli moderni di Bordeaux. Stiamo parlando naturalmente della sorprendente Cité du Vin, un luogo culturale unico al mondo i cui percorsi espositivi permanenti e temporanei sono interamente incentrati sul vino, il nettare degli dei che proprio in questa zona delle Francia rappresenta una vera eccellenza!

Ammirando il profilo del “totem di Bordeaux” salta subito all’occhio quel senso di dinamicità che si percepisce osservando sia le esposizioni interne che il panorama circostante; nella concezione degli architetti che hanno progettato questo incredibile museo c’era infatti l’intenzione di richiamare il movimento sinuoso del vino che ruota all’interno di un bicchiere, la forma a spirale della vite o il vorticoso fluire della Garonne! Un’estensione di oltre 13.500 mq, una torre alta 55 metri, più di 2.700.000 di visitatori dalla sua apertura e circa 20 aree tematiche interattive sono solo alcuni dei numeri che raccontano la portata di questo sensazionale progetto fortemente voluto da parte della “Fondation pour la culture et les civilisations du vin” e costantemente supportato da mecenati facenti parte del mondo del vino e non solo!

Cité Du Vin Bordeaux | Plastico
La Cité du Vin di Bordeaux: uno spazio museale con un’estensione di oltre 13.500 mq
 

2. La Cité du Vin | Uno spazio vivo e aperto a tutti

Oltre ad essere rimasti ammaliati dai riflessi dorati che illuminano la facciata e che rendono omaggio ai colori simbolo della città di Bordeaux, ovvero le pietre chiare degli edifici del centro storico e la superficie della Garonne caratterizzata dai sedimenti che conferiscono l’inconfondibile tonalità gialla-marrone, siamo rimasti piacevolmente colpiti di trovarci all’interno di uno spazio vivo ma soprattutto adatto e aperto a tutti come testimoniato anche dalle seguenti certificazioni: “Tourisme & Handicap”, “NF Environnement” e “Divertissement Durable”.

Aggirandoti tra le varie sezioni che compongono La Cité du Vin potrai quindi incontrare turisti provenienti da tutta la Francia e da ogni angolo del mondo, famiglie con bambini, individui di ogni età e persone con disabilità che qui hanno la possibilità di usufruire delle molteplici attività pensate per un intrattenimento inclusivo legato al meraviglioso mondo del vino!

Cité Du Vin | Sala Di Lettura
La “sala di lettura” della Cité du Vin con oltre 2.000 volumi

In aggiunta all’esposizione permanente e a quella temporanea, infatti, i visitatori potranno scoprire la fornitissima boutique, un vero concept-store dove ogni singolo oggetto ruota intorno alla bevanda preferita da Bacco, fare acquisti presso la suggestiva “Cave”, la più grande cantina d’Europa con circa 14.000 bottiglie provenienti da oltre 70 regioni vitivinicole del mondo, concedersi una pausa nella splendida sala lettura, dove si trovano oltre 2.000 volumi consultabili gratuitamente, partecipare ad uno dei vari “Ateliers des dégustation”, strutturati per accogliere esperti e neofiti, oppure assaporare le ottime proposte del territorio presso il panoramico “Restaurant Le 7”, ristorante creato dal gruppo Maison Faber Lascombes che propone piatti a basso impatto ambientale, oppure scegliendo il “Latitude 20”, che comprende uno snack-café per una pausa veloce e una deliziosa brasserie-bar à vins con vista sul giardino dove poter gustare deliziosi piatti che variano a seconda della stagionalità!

Cité Du Vin | Cave Latitude 20
La “Cave” di Latitude 20: una cantina con circa 14.000 bottiglie

La Cité du Vin di Bordeaux

1. Esposizione permanente: dagli egizi ai “vignobles” moderni

Dopo questa breve panoramica è arrivato finalmente il momento di intraprendere il vero e proprio percorso di visita per raggiungere il cuore della Cité du Vin dove sarai avvolto da suoni, immagini e profumi e dove vige un’unica regola: interagire con tutte, o quasi, le installazioni che danno vita a 18 postazioni suddivise in 6 aree tematiche [Vignobles du monde, Savoir-faire, A travers l’histoire, Art de vivre, Le vin voyageur e Bordeaux] che introducono ad un viaggio attraverso il tempo e lo spazio alla scoperta del vino e dei popoli che hanno reso immortale questo incredibile prodotto della terra!

Dopo aver validato il tuo biglietto d’ingresso ed aver preso possesso del tuo “compagno virtuale”, un moderno dispositivo audio-video disponibile in ben 8 lingue [Italiano, francese, inglese, tedesco, spagnolo, olandese, portoghese e cinese] che ti guiderà passo dopo passo all’interno dell’esposizione permanente grazie ad una serie di totem che consentono di avviare la riproduzione dei vari materiali multimediali, non ti rimane altro da fare che iniziare a muoverti tra le varie installazioni seguendo il percorso predefinito oppure creandone uno ad hoc scegliendo le tappe in base alle tue tematiche preferite.

Cité Du Vin | Tablet Percorso Visita
Il tablet in 8 lingua ti guiderà alla scoperta della Cité du Vin

Tra le numerose postazioni che compongono questa incredibile ed imperdibile esperienza di visita ce ne sono alcune che abbiamo trovato davvero interessanti e coinvolgenti dal punto di vista sensoriale, elemento imprescindibile all’interno dei nostri racconti di viaggio. Ecco la nostra selezione:

  • Le buffet des 5 sens: La classifica non poteva che iniziare con lo spazio che più di tutti ci ha affascinato per via delle campane di vetro all’interno delle quali si trovano i materiali più comunemente associati ai profumi che si sprigionano da un calice di vino. Grazie ad una serie di pompette potrai far sprigionare questi aromi e intraprendere un divertente viaggio tra sentori di miele, di biscotti al burro, di caffè e di rosa
  • A table!: Accomodati intorno ad un enorme tavolo insieme ad altri commensali e preparati a rimanere senza parole di fronte ad uno spettacolo di videomapping magico e coinvolgente. Le onde del mare che prendono il posto dei piatti da portata, le gocce di pioggia e le bollicine di una bottiglia di Champagne che rendono più frizzante l’atmosfera! Sei pronto a prendere parte ad un fantastico ed inusuale banchetto?
  • Survol des vignobles: Mettiti comodo e preparati ad intraprendere un viaggio “époustouflant” [Mozzafiato] sui meravigliosi paesaggi di circa venti regioni vitivinicole. Cullato dai suoni armoniosi e rapito dalle immagini proiettate sul pavimento e su tre schermi giganti, potrai sorvolare i vigneti di ben 17 paesi del mondo e scoprire le loro incredibili peculiarità
Cité Du Vin | Le Buffet Des 5 Sens
“Le buffet des 5 sens”: il nostro angolo preferito della Cité du Vin
  • La vigne: Questa è indubbiamente una delle postazioni più apprezzate da parte dei visitatori della Citè du Vin e ti basterà trascorrere pochi minuti davanti ad essa per capirne il motivo! Un semplice tralcio di vite, infatti, si anima lentamente attraverso uno splendido gioco di luci e colori trasformandosi in una vera opera d’arte che simboleggia la connessione tra il terreno, la pianta e i grappoli
  • Terroirs du monde: Approcciandoti a questa postazione avrai la possibilità di conoscere dalla viva voce di 10 “vignerons”, dalla Francia all’Argentina passando per il Portogallo, i fattori [Microclima, flora e la fauna, varietà del vitigno e composizione geologica del suolo] che intervengono nella definizione del “terroir” e che conferiscono le inconfondibili proprietà organolettiche facilmente associabili ad una determinata tipologia di vino
Cité Du Vin Bordeaux | La Vigne
“La Vigne”: un’opera d’arte di luci e colori
  • Six familles de vin: Qui svettano sei enormi bottiglie in legno che anche in questo caso offrono un’esperienza interattiva davvero molto interessante. Non perdere quindi l’occasione di giocare con il touch screen e partecipare ad una lezione sull’elaborazione, sul servizio e sulla degustazione riguardante i vini appartenenti alle sei grande famiglie: rossi, bianchi secchi, rosati, spumanti, vini liquorosi e vini da dessert
  • L’élaboration du vin: Passeggia davanti al cosiddetto “muro dei vigneti” e mettiti alla prova tentando di riconoscere le migliori varietà d’uva al mondo. Successivamente segui il processo di lavorazione e di produzione di un’ottima bottiglia di vino rosso e infine raggiungi l’enorme tino virtuale proiettato sul pavimento e batti il record di pigiatura dell’uva sfidando grandi e piccini
  • La galerie des civilisations: Il vino ha da sempre ricoperto un ruolo centrale nella quotidianità dei popoli e passeggiando all’interno di questa galleria spazio-temporale avrai la possibilità di ripercorrere la sua storia e scoprire, anche in questo caso, interessanti curiosità grazie a moderne installazioni multimediali; dalle piramidi egizie ai castelli bordolesi del XIX secolo passando attraverso i banchetti luculliani di epoca romana e le tavole imbandite dell’antica Grecia
Cité Du Vin | Élaboration Du Vin
Sei pronto a battere il record di pigiatura dell’uva?

Ma le meraviglie offerte da questo luogo di una bellezza incredibile non terminano affatto qui. Ti basterà infatti raggiungere in ascensore il Belvedere, situato all’ottavo piano a ben 35 metri d’altezza, per godere di un’affascinante vista a 360° su Bordeaux e sui suoi luoghi simbolo come ad esempio il Pont Jacques-Chaban-Delmas, la Grosse Cloche, la Tour Pey-Berland.
Potrai ammirare la città in tutta la sua bellezza passeggiando nello spazio esterno in compagnia di un buon calice di vino, compreso nel biglietto d’ingresso, scegliendo tra ben 15 etichette regolarmente rinnovate che provengono da cantine dislocate in vari angoli del globo. Il modo migliore per concludere questo percorso di visita in una delle attrazioni più iconiche di tutta la Francia e non solo!

Cité Du Vin | Terrazza Panoramica
Ammira Bordeaux dalla terrazza panoramica della Cité du Vin
 

2. “Via Sensoria”: un viaggio sensoriale al ritmo delle stagioni

Dopo gli eccellenti risultati della 1° edizione, la “Fondation pour la culture et les civilisations du vin” ha deciso di riproporre il sorprendente percorso sensoriale di degustazione chiamato “Via Sensoria”, che manderà in estasi i tuoi cinque sensi e ti farà innamorare ancora una volta di questo magico mondo!

Oltre ad ampliare l’offerta culturale della Cité du Vin, questo percorso si pone l’obiettivo di accompagnare il visitatore all’interno di un’esperienza intima che segue il ritmo delle stagioni, scandita da differenti suoni, immagini, sapori, profumi ma soprattutto suggestioni! Allietati dalla parole di un sommelier, dalle affascinanti scenografie create da Sylvain Roca e dai poetici versi appositamente creati dallo scrittore Nami Moukheiber, scoprirai i quattro padiglioni dedicati alla primavera, all’estate, all’autunno e all’inverno ed entrerai in una dimensione che ti permetterà di disconnetterti dal mondo reale, scoprire nuove emozioni e risvegliarne altre che consideravi perdute!

Cité Du Vin | Via Sensoria
“Via Sensoria”: 4 vini, 4 stagioni, 4 suggestioni

All’interno di “Via Sensoria”, naturalmente, il vino rappresenta l’elemento fondamentale capace di unire e raccontare tutte le peculiarità che associamo alle singole stagioni. Ti assicuriamo che ogni abbinamento sarà in grado di rendere ancora più accattivante questa passeggiata onirica nel cuore di Bordeaux.
Nel nostro caso, ad esempio, il percorso enologico-sensoriale ha preso il via con un calice di Prosecco Superiore DOCG, la proposta ideale per richiamare alla memoria la primavera. Le bollicine, infatti, al primo sguardo sembrano delle gocce di rugiada che si appoggiano dolcemente sulle foglie mentre al palato trasmettono quel senso di vivacità e di freschezza che ritroviamo negli alberi e nei fiori che dopo il lungo inverno si risvegliano e si rinnovano!

Un rosé della Provenza ci ha catapultato, invece, nel bel mezzo dell’estate con le sue fragranze di fiori bianchi, con il suo profumo di salsedine, con il suo inconfondibile colore e con la sua freschezza che rigenera durante le più torride giornate! L’autunno ci ha accolto con tonalità più calde e con l’aria che profuma di terra bagnata, di muschio e di uva matura. Seduti su un ceppo di legno e avvolti da queste nuances e da questi aromi ci siamo lasciati conquistare da un ottimo vino rosso dell’Australia meridionale che ci ha avvolto con i suoi sentori di sottobosco, caffè, cioccolato, pane grigliato e che ha scaldato il nostro palato con note speziate e di frutti rossi!

Un calice di Sauternes tra le mani [Il prezioso vino liquoroso che deve la sua particolarità all’azione del fungo Botrytis Cinerea] un pezzo di cioccolato con note di yuzu, le immagini di un fuoco scoppiettante e di romantici paesaggi innevati e la calorosa atmosfera tipica delle feste natalizie sono stati infine gli ingredienti che ci hanno accompagnato al termine di questo percorso ipnotico, originale, unico e indimenticabile che ti aspetta solo fino al 3 novembre 2024!

Cité Du Vin Bordeaux | Via Sensoria
La Cité Du Vin Bordeaux | “Via Sensoria”

La Cité du Vin di Bordeaux: Info utili

Biglietti e durata delle esperienze presso La Cité du Vin

Per pianificare al meglio la tua visita alla scoperta del “faro dell’enoturismo bordolese”, capolavoro dell’architettura progettato dallo studio parigino XTU Architects, ecco un breve riepilogo relativo ai costi e alla durata delle varie esperienze che fanno parte del catalogo della Cité du Vin. Per goderti al meglio l’esposizione permanente ti consigliamo di mettere in preventivo almeno un paio d’ore da trascorrere alla scoperta delle varie installazioni comprese in questo percorso di visita, per accedere al quale potrei scegliere tra le seguenti tipologie di ticket acquistabili online oppure in biglietteria:

  • Biglietto Open: Intero 24,00€ – Ridotto 6/17 anni 14,00€ – Valido per un anno dalla data d’acquisto
  • Biglietto Data Fissa: Intero 22,00€ – Ridotto 6/17 anni 9,00€
  • Bordeaux CityPass: Ingresso gratuito con validazione della card entro le ore 12.00

Per partecipare a “Via Sensoria”, invece, dovrai obbligatoriamente acquistare il biglietto in quanto questa esperienza, della durata complessiva di un’ora, viene organizzata a numero chiuso e ad orari prestabiliti che variano a seconda della lingua scelta [Francese, inglese e spagnolo]. In questo caso le tariffe applicate sono le seguenti: intero 22,00€ e ridotto 6/17 anni 9,00€.

Ti segnaliamo infine che potrai arricchire la tua esperienza acquistando differenti tipologie di biglietti combinati [Mostra permanente + Belvedere + Via Sensoria ; Mostra permanente + Laboratorio di degustazione Bordeaux 360°, etc…] o di degustazioni [Laboratorio di iniziazione alla degustazione; Workshop Bordeaux 360°; etc…] che dovranno essere preventivamente acquistati online consultando il seguente link.

 

Come arrivare e dove si trova La Cité du Vin di Bordeaux

Ora che ti abbiamo illustrato quali sono le attività che potrai sperimentare all’interno dei suoi spazi espositivi, non ci rimane che fornirti le indicazioni pratiche per raggiungere La Cité du Vin!
A nostro parere il modo più semplice è utilizzare gli efficienti servizi di trasporto pubblico messi. Nei pressi della Cité du Vin si trovano infatti le fermate della linea B del tram e quelle dei pullman 7, 25 e 27 oltre al pontile sulla Garonna che consente l’attracco della navetta fluviale turistica BAT3 che collega tra di loro ben 6 punti strategici [Stalingrad – Quinconces – Hangars – Cité du Vin – Lormont Bas – Bastide/Darwin] della città di Bordeaux.

In alternativa potrai optare per una piacevole passeggiata a piedi o in bicicletta costeggiando magari il lungo fiume che dal Pont de Pierre conduce sino al Pont Jacques-Chaban-Delmas attraversando alcuni dei quartieri più affascinanti della meravigliosa città francese, oppure utilizzando l’automobile potrai scegliere il parcheggio a pagamento situato in Rue de Gironde [Tariffa forfettaria 5,50€ per 5 ore di sosta].


Altre idee per un viaggio in Francia

  • Aigues-Mortes – Cosa vedere nell’ammaliante cité médiévale della Camargue Gardoise
  • Carcassonne – Cosa vedere nello scintillante gioiello della Francia del Sud
  • Montpellier – 3 giorni nella dinamica e affascinante città francese
  • Saline di Aigues-Mortes – Scopri il cuore rosa della Camargue
  • Sète – Cosa vedere nella vivace “île singulière” di Francia

Articolo scritto in collaborazione con La Cité du VinFondation pour la culture et les civilisations du vin


Ultimo aggiornamento: 07 luglio 2024

Hai trovato utile questo post? Interagisci con noi lasciando un commento e condividilo con i tuoi amici!
Per rimanere sempre aggiornato vienici a trovare su Instagram e su Facebook!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.