Aigues-Mortes | Saline Bastioni Medievali
Francia

Aigues-Mortes: cosa vedere nell’ammaliante cité médiévale della Camargue Gardoise

Cosa vedere a Aigues-Mortes? Vieni con noi alla scoperta della cité médiévale della Camargue Gardoise e dei suoi incantevoli dintorni tra natura, mare e saline.
Visitare Aigues-Mortes è la scelta giusta per te se sei un viaggiatore al quale piace esplorare il mondo affidandosi alla VISTA, all’UDITO, al GUSTO, all’OLFATTO e cercando attraverso il TATTO una CONNESSIONE CON IL LUOGO.


TRAVEL CHECK-LIST
Sei alla ricerca di idee e spunti per organizzare al meglio il tuo itinerario alla scoperta di cosa fare e cosa vedere a Aigues-Mortes? Grazie a questi link affiliati potrai facilmente accedere ad una serie di proposte che ti consentiranno, ad esempio, di individuare l'alloggio perfetto, prenotare una serie di interessanti attività oppure stipulare una polizza assicurativa!

# Prenota un soggiorno presso la Maison des Croisades
# Acquista un biglietto per la cinta muraria di Aigues-Mortes
# Stipula una polizza assicurativa [Sconto del 10% con il codice TBG051]

Aigues-Mortes ogni anno viene pacificamente presa d’assalto da centinaia di migliaia di turisti provenienti da ogni parte del mondo e dopo aver dedicato due piacevoli giornate alla scoperta “del gioiello della Camargue” ne abbiamo ben chiari i motivi: l’atmosfera tipica del Sud della Francia così autentica e vivace, un centro storico ricco di fascino custodito all’interno dell’imponente cinta muraria, la posizione privilegiata a pochi chilometri dalla selvaggia Plage de l’Espiguette, e, soprattutto, dalle suggestive saline, le più grandi del Mediterraneo e prima riserva europea di fenicotteri rosa!

Nonostante le ridotte dimensioni, questa città, dove si respirano anche influenze spagnole e gitane, offre un ampio ventaglio di esperienze capaci di soddisfare i gusti e le esigenze di ogni tipologia di viaggiatore: gli amanti dell’enogastronomia avranno la possibilità di assaggiare ottimi piatti della cucina locale e degustare i famosi vin de sable, i più sportivi potranno esplorare la ViaRhôna e percorrere a piedi o in bici i molteplici sentieri che si sviluppano nel cuore della Camargue, mentre gli amanti delle feste tradizionali troveranno il loro contesto ideale in occasione de “La Fête de la Saint-Louis” ad agosto e “La Fête Votive” nel mese di ottobre.

Sei pronto a ripercorrere il nostro itinerario e vivere un nuovo viaggio attraverso i 5 sensi?

 
Aigues-Mortes | Stradine Cite Medievale
Le colorate stradine della cité médiévale di Aigues-Mortes

Aigues-Mortes cosa vedere: La sua storia

Anche nel passato di Aigues-Mortes ritroviamo tracce greche e romane, questi ultimi in particolare si insediarono in questo territorio per sfruttare la preziosa potenzialità legata alla produzione del sale.
Il nome “Aquae Mortuae”, rinvenuto in diverse testimonianze scritte, è riconducibile infatti proprio alle acque stagnanti e alle paludi che circondano questo luogo ricco di storia facilmente collegato al Mar Mediterraneo grazie al canale che sfiora la città.

Questa caratteristica geografica, nel XIII secolo attirò l’attenzione del sovrano Luigi IX che considerò l’opportunità di sfruttare la posizione strategica di Aigues-Mortes per insediare un porto interno che poteva permettergli di avviare scambi commerciali fino a quel momento contesi con le vicine città ad affaccio diretto sul mare di Marsiglia, sotto il controllo di Carlo d’Angiò, e Montpellier, legata al regno di Aragona. I monaci benedettini, che dal V secolo possedevano l’abbazia presente proprio in questo territorio, furono così incoraggiati a trasferirsi in un’altra zona lasciando spazio al re di realizzare il proprio obiettivo.

Il progetto di edificazione della città si avviò dal porto, da quella che oggi conosciamo come Tour de Constance, chiara fortificazione difensiva, e dalla Tour Carbonnière, eretta strategicamente nell’unica strada di accesso in quanto, oltre ad avere una funzione di controllo, doveva essere utilizzata anche come base per il pagamento dei pedaggi. Per popolare il nucleo urbano re Luigi IX decise, inoltre, di abolire tasse e pedaggi per i residenti richiamando in questo modo anche cittadinanze estere provenienti da Spagna e Italia.

Durante questo periodo in cui Aigues-Mortes figurava come un vero e proprio cantiere, la storia si intreccia con le due crociate che videro protagonista proprio il cattolico sovrano, considerato ancora oggi dagli stessi abitanti un personaggio di rilievo nonché fondatore della città. Successivamente si susseguirono numerosi conflitti che sconvolsero il territorio decimando la popolazione e portando alla caduta del porto di Aigues-Mortes: la Guerra dei Cent’anni e le guerre di religione.
Soltanto dopo la rivoluzione francese, con il ripristino della libertà di culto che portò finalmente ad un periodo di pace, e la costruzione del Canal du Rhône à Sète fu restituita alla città la sua vocazione primaria, ovvero quella legata al trasporto fluviale.

Aigues-Mortes | Logis Du Gouverneur
La Logis Du Gouverneur e il fossato medievale

Aigues-Mortes cosa vedere

1. La ViaRhôna e il Canal du Rhône à Sète

>>> Vista, Udito, Olfatto, Tatto | Connessione con il luogo

Aigues-Mortes è anche una delle tappe del percorso cicloturistico chiamato ViaRhôna che segue il corso del Rhône a partire dal Lac Léman in Svizzera e, attraversando sorprendenti paesaggi, giunge fino al porto di Le Grau-du-Roi.
L’itinerario costeggia il Canal du Rhône à Sète, un canale di navigazione che dai primi anni dell’ottocento collega l’Étang de Thau e il fiume Rodano rivoluzionando i consueti tragitti utilizzati per gli scambi commerciali che in precedenza vedevano necessariamente coinvolta la penisola iberica.

Il tratto che si sviluppa nei dintorni della cittadella fortificata è considerato un punto privilegiato poiché attraversa un sito naturalistico d’eccezione dal quale potrai intraprendere numerosi sentieri escursionistici per ammirare da vicino animali di rara bellezza come fenicotteri, cavalli e tori simboli della Camargue Gardoise.
Questo dimostra come Aigues-Mortes sia una destinazione impegnata nel turismo ecosostenibile in quanto i visitatori possono usufruire di un’ulteriore opportunità per vivere con lentezza l’esperienza dello spettacolo della natura che tra il mare e la laguna offre scorci indimenticabili e momenti di assoluto relax.

Aigues-Mortes | Canal du Rhône à Sète
La ViaRhôna e il Canal du Rhône à Sète
 

2. A spasso per Aigues-Mortes

>>> Vista, Gusto, Udito, Olfatto, Tatto | Connessione con il luogo

Aigues-Mortes sarà in grado di farti innamorare non appena varcata la soglia della Porte de la Gardette, principale accesso alla città fortificata. Il primo sguardo in direzione Rue Jean Jaurès con le sue decorazioni colorate e gli affascinanti negozi rappresenterà sicuramente una delle immagini più belle di questo tuo viaggio.

Proprio qui si concentrano, infatti, le boutiques che propongono prodotti tradizionali che vanno dai dolci, come la tipica fougasse proposta dalla Boulangerie Poitavin Freres o la moltitudine di biscotti elegantemente esposti presso La Cure Gourmande, alle prelibatezze salate che rimandano ai sapori della Provenza come l’immancabile tapenade della Boutique Autrefois.

Aigues-Mortes | Decorazioni Rue Jean Jaurès
La vivace e colorata Rue Jean Jaurès nel cuore di Aigues-Mortes

Fatti largo tra i numerosi turisti che ogni giorno affollano questa strada per cercare il perfetto souvenir da portare a casa per prolungare le splendide emozioni e i meravigliosi ricordi di questo affascinante territorio! Prosegui adesso lungo le vie secondarie per fuggire dalla folla e scoprire gli angoli più nascosti e suggestivi di questa cité médiévale che ti condurranno ad abitazioni perfettamente curate, piante rampicanti, fiori colorati fino alla parte opposta della città con vista sulle saline

Aigues-Mortes | Negozi Tapenade
La tapenade: tutti i sapori della Provenza in un barattolo
 

3. Tour de Constance et remparts d’Aigues-Mortes

>>> Vista, Udito, Tatto | Connessione con il luogo

In cima alla lista delle cose da fare e da vedere a Aigues-Mortes non può di certo mancare l’interessante e piacevole passeggiata lungo gli oltre 1640 metri che costituiscono la cinta muraria di questa gemma della Camargue Gardoise, classificata come Monument Historique nel 1903! Per intraprendere questo viaggio, che ti catapulterà immediatamente nel XIII secolo, non dovrai fare altro che superare il cancello posto alla sinistra della biglietteria e seguire il percorso di visita grazie al quale potrai esplorare una delle strutture fortificate di epoca medievale meglio conservate di tutta Europa!

Il nuovo spazio immersivo situato nel Logis Du Gouverneur ti consentirà, grazie ad una serie di postazioni interattive [Tavoli tattili, ricostruzioni in 3D e video mapping], di ripercorrere gran parte della storia di Aigues-Mortes e ti fornirà, soprattutto, una serie di informazioni utili che arricchiranno la tua esperienza alla scoperta della Tour de Constance et remparts.

Aigues-Mortes | Ingresso Bastioni Medievali
Les remparts d’Aigues-Mortes, Monument Historique dal 1903

Seguendo il primo tratto del camminamento in pietra raggiungerai la Tour de Constance, l’edificio simbolo della cittadina francese, caratterizzata da una forma circolare e allo stesso tempo appuntita e slanciata verso l’alto e proprio per questa chiamata “La Ponchuda” da parte dei suoi abitanti. Costruita inizialmente come torre di avvistamento, venne poi trasformata in una prigione che accolse i Cavalieri Templari e i protestanti che non si piegarono mai davanti alla richiesta di rinnegare la propria religione. Il caso più emblematico fu senza ombra di dubbio quello di Marie Durand, che rimase qui rinchiusa per ben 38 anni e alla quale si attribuisce l’incisione “REGISTER” [Resistere in occitano] presente in una nicchia situata al piano superiore.

Anche se i suoi interni risultano essere completamente spogli, la torre merita di essere visitata con attenzione per via della sua splendida volta e per l’incantevole vista che si può godere dalla terrazza posta a 26 metri d’altezza.

Aigues-Mortes | Tour De Constance
L’edificio simbolo di Aigues-Mortes: la Tour de Constance

Seguendo il percorso che si snoda lungo i bastioni di Aigues-Mortes, intervallati da 6 torri [Tour de Constance, Tour de Sel, Tour de la Mèche, Tour de Villeneuve, Tour de la Poudrière e Tour de Bourguignons] e da ben 10 porte [Porte de la Gardette, Porte Saint Antoine, Porte des Cordeliers, Porte de la Reine, Port de l’Arsenal, Porte de la Marine, Porte des Gallons, Porte des Moulins, Porte de l’Organeau e Porte des Remblais], potrai beneficiare di un’invidiabile posizione per ammirare il sorprendente reticolo formato dalle sue graziose stradine e, soprattutto, farti conquistare dall’ammaliante immagine delle saline che si perdono a vista d’occhio e abbracciano questo splendido gioiello medievale!

Giungendo in prossimità delle varie torri ti consigliamo, infine, di soffermarti sui dettagli architettonici che le caratterizzano, come ad esempio i gargoyles visibili su una delle due torri della Porte de la Reine, ed esplorare bene i loro interni, laddove possibile, poiché alcune di esse offrono l’accesso a delle piccole ma suggestive terrazze panoramiche!

Aigues-Mortes | Bastioni Medievali
I bastioni medievali si estendono per oltre 1640 metri
Tour de Constance et remparts d'Aigues-Mortes
Biglietti: Intero 8,00€ - Gratuito ragazzi fino ai 18 anni e 1° domenica di gennaio, febbraio, marzo, novembre e dicembre | Audioguida: 3,00€
Informazioni: Per informazioni sempre aggiornate ti consigliamo di consultare questo link
 

4. Aigues-Mortes cosa vedere | Église Notre Dame des Sablons

>>> Vista, Tatto | Connessione con il luogo

Proseguendo con la tua passeggiata lungo l’affascinante Rue Jean Jaurès, ti troverai di fronte al monumento più antico di Aigues-Mortes: l’Église Notre Dame des Sablons.
L’edificio religioso risale, infatti, al XIII secolo ma le sue basi derivano da una precedente costruzione in legno nata per omaggiare la Vergine Maria senza dimenticare un riferimento alla zona in cui fu eretta, ovvero il peculiare territorio, caratterizzato da paludi sabbiose, che un tempo circondava la città.

Aigues-Mortes | Église Notre Dame des Sablons
Aigues-Mortes | Église Notre Dame des Sablons

Le ridotte dimensioni e gli aspetti architettonici in evidente stile gotico rendono questa chiesa molto affascinante soprattutto al suo interno, dove l’atmosfera diventa ancor più magica se pensiamo che proprio in questo preciso luogo Luigi IX si inginocchiò prima della sua partenza per la 7° crociata.

Nonostante le vetrate siano state inserite in epoca moderna, dobbiamo ammettere che il contrasto con le pareti in pietra chiara e la luce colorata che filtra dolcemente dall’esterno dona una particolare armonia all’intimo contesto della chiesa.

Aigues-Mortes | Vetrate Notre Dame Sablons
Le vetrate portano la firma del pittore Claude Viallat
 

5. Cosa vedere a Aigues-Mortes | Place Saint Louis

>>> Vista, Udito, Gusto, Tatto | Connessione con il luogo

Dopo aver visitato gli interni dell’Église Notre Dame des Sablons ti troverai nel cuore pulsante di Aigues-Mortes: Place Saint Louis, incorniciata da palazzi storici e rigogliosi alberi che la rendono il luogo adatto per concedersi una piacevole pausa per assaporare la nota “joie de vivre” provenzale grazie alla presenza di locali e dehors.

Dopo un passaggio presso l’ufficio del turismo che si trova proprio accanto all’Hôtel de Ville, soffermati ad osservare la vivacità di questo luogo dove al centro spicca la fontana con la statua dedicata al re Louis IX de France e alle sue spalle la Chapelle des Capucins.

L’amministrazione comunale ha inserito anche in questa piazza delle simpatiche decorazioni raffiguranti dei flamants roses [Fenicotteri rosa], animale simbolo della Camargue, rendendola di conseguenza un luogo instagrammabile!

Aigues-Mortes | Place Saint Louis
Il cuore pulsante di Aigues-Mortes: Place Saint Louis
 

6. Aigues-Mortes cosa vedere | Chapelle des Capucins

>>> Vista, Udito, Tatto | Connessione con il luogo

Dopo aver ammirato la briosa Piazza Saint Louis, ti suggeriamo di seguire il percorso di visita illustrato dalla brochure dell’ufficio del turismo e di visitare la Chapelle des Capucins situata alle spalle della statua. Questa antica cappella, costruita per volere dei frati cappuccini, grazie anche ad una donazione di Louis XIV, oggi è nota per essere stata trasformata in galleria d’arte, come accaduto alla Chapelle des Pénitents Blancs di Aix-en-Provence convertita in una sezione del Musée Granet.

Ti consigliamo quindi di approfittare dell’ingresso gratuito per osservare le interessanti esposizioni temporanee di arte moderna senza dimenticare i suoi interni, tra cui spiccano un sarcofago della famiglia Porcelet e due vetrate, una dedicata a Saint Louis e l’altra alla Vergine.

Aigues-Mortes | Chapelle Des Capucins
Aigues-Mortes cosa vedere | Chapelle des Capucins
 

7. Chapelle des Pénitents Gris

>>> Vista, Tatto | Connessione con il luogo

Il centro storico di Aigues-Mortes custodisce una piccola cappella classificata tra i monumenti storici dal 1994: la Chapelle des Pénitents Gris.
La sua origine risale al XIV secolo, anche se le sue fondamenta nascono sulle basi di un precedente convento; a seguito delle guerre di religione la cappella è stata distrutta e poi ricostruita e quanto ad oggi visibile è riconducibile ai lavori intrapresi nel XVII secolo.

A nostro parere merita sicuramente una visita per godere del silenzio che avvolge il suo intimo giardino, caratterizzato dalla presenza della Croix des Cinq Plaies, ma soprattutto per ammirare al suo interno l’incredibile pala d’altare in stucco realizzata dallo scultore Jean Sabatier. La visita è gratuita e non è possibile scattare fotografie nello spazio interno; come potrai notare dai volantini presenti all’ingresso, data la sua fragilità strutturale, ancora oggi la confraternita si occupa attentamente della salvaguardia di questo luogo per cui è possibile lasciare un’offerta per contribuire alla tutela di questo sensazionale patrimonio culturale.

Aigues-Mortes | Chapelle des Pénitents Gris
Aigues-Mortes | Chapelle des Pénitents Gris
 

8. Aigues-Mortes cosa vedere | Chapelle des Pénitents Blancs

>>> Vista, Tatto | Connessione con il luogo

Dopo aver passeggiato in lungo e in largo per scoprire cosa vedere a Aigues-Mortes ci siamo imbattuti in un altro edificio religioso datato XVII secolo: la Chapelle des Penitents Blancs.
Anche in questo caso i membri della confraternita accolgono i turisti che si apprestano a visitare un luogo traboccante di storia e di arte barocca, grazie alla presenza di sculture e magnifici dipinti che ripercorrono la vita della Vergine Maria.

Aigues-Mortes | Chapelle des Pénitents Blancs
Gli interni della Chapelle des Pénitents Blancs

Aigues-Mortes cosa vedere: Esperienze a 5 sensi

1. Croisière de Camargue

>>> Vista, Udito, Gusto, Olfatto, Tatto | Connessione con il luogo

Visitare il territorio che circonda la suggestiva Aigues-Mortes é una vera e propria esperienza a cinque sensi ma, se dobbiamo pensare ad un’attività che più di tutte ci ha coinvolti, la nostra mente ci riporta alla crociera sui canali. La Croisière de Camargue Péniches Isles de Stel & Bateau Constance ti darà l’opportunità di trascorrere due ore nel silenzio interrotto soltanto dai suoni della natura e dell’acqua che scorre dolcemente, permettendoti di scoprire l’unicità della flora e della fauna che caratterizza questo ambiente incontaminato che ospita anche alcune testimonianze di importanza storica come la nota Tour Carbonnière.

Aigues-Mortes | Croisière de Camargue
La Croisière de Camargue: un’esperienza “sensazionale”

La navigazione prevede l’esposizione di alcune informazioni da parte della guida ed una tappa intermedia presso il Mas de la Comtesse per conoscere dal vivo il tradizionale e appassionante lavoro svolto dai “gardians”, spesso anche di giovane età, che in sella ai loro affascinanti cavalli bianchi di razza camarguese si destreggiano abilmente tra le mandrie di tori come se dovessero danzare insieme.

Ti abbiamo raccontato dei suoni, dei paesaggi e dell’esperienza umana che potrai vivere, non ci resta che passare al gusto: a bordo di queste chiatte sarà anche possibile infatti apprezzare la cucina locale a base di pesce, formaggi e carne di toro sorseggiando un immancabile vin de sable di cui Aigues-Mortes ne è la capitale.

Come già raccontato in occasione dell’escursione Torino in Canoa, queste proposte turistiche dove l’ambiente naturalistico è il vero protagonista sono delle opportunità da non lasciarsi sfuggire, per cui preparati ad immergerti nella natura camarguese e a scattare foto da una prospettiva insolita, soprattutto nel momento in cui l’imbarcazione farà il suo ritorno alla base con sfondo sulla Tour Constance, un contesto davvero molto romantico!

Aigues-Mortes | Gardians Mas De La Comtesse
La “danza” dei gardians del Mas de la Comtesse
Croisière de Camargue Péniches Isles de Stel & Bateau Constance
Biglietti: Intero 46,00€ - Ridotto 26,00€
Informazioni: Per informazioni sempre aggiornate ti consigliamo di consultare questo link

Aigues-Mortes cosa vedere: Scopri i suoi dintorni

1. Salin d’Aigues-Mortes

>>> Vista, Udito, Olfatto, Tatto | Connessione con il luogo

Impossibile passare da Aigues-Mortes senza visitare le sue sorprendenti saline che con oltre 9.000 ettari di estensione sono considerate le più grandi del Mediterraneo; già soltanto avvicinandoti al lato sud della cinta muraria della città ti troverai di fronte ad uno spettacolo della natura che merita di essere esplorato. L’ente che si occupa della gestione di questo luogo offre diversi percorsi da poter scegliere: a piedi, liberamente o con visita guidata, in bicicletta o a bordo di un comodo trenino turistico.

Noi abbiamo scelto il percorso di 12 chilometri in totale libertà per poter passeggiare serenamente all’interno del sito e sfruttando la possibilità di sostare tutto il tempo necessario per fotografare gli angoli più affascinanti, come ad esempio: l’incredibile panorama visibile dalla “Camelle”, l’imponente montagna di sale alta circa 20 metri posizionata al 4° chilometro, e quelli più nascosti, come il tratto nei pressi delle “cabanes” dove é possibile vivere la suggestiva esperienza delle “Nuits Salines”.

Aigues-Mortes | Percorso Saline Camargue
I cartelli colorati segnalano i percorsi all’interno delle saline

Lungo il tragitto siamo rimasti totalmente rapiti dalle sfumature di colore così accese e luccicanti, grazie all’effetto ipnotico dei cristalli di sale, e abbiamo apprezzato il fatto che l’itinerario fosse ben segnalato da cartelli colorati in grado di fornirci tutte le informazioni utili per scoprire la storia e le peculiarità che caratterizzano la flora e la fauna di questo luogo che comprende 250 specie di uccelli.

Goditi la tua passeggiata in questo luogo surreale, dove verrai avvolto dai rumori della natura e dal suono del mistral e ancora una volta avrai l’opportunità di osservare i due animali simbolo di questa regione nel loro habitat naturale: gli eleganti fenicotteri rosa e i fieri cavalli bianchi che si intravedono tra la rigogliosa vegetazione.

Aigues-Morte | Saline Camargue
L’effetto ipnotico dei cristalli di sale delle Salin d’Aigues-Mortes
Salin d'Aigues-Mortes
Biglietti: I prezzi variano a seconda delle tipologia di visita selezionata: a piedi libera, a piedi con guida, in bicicletta, in bicicletta con guida, etc...
Informazioni: Per informazioni sempre aggiornate ti consigliamo di consultare questo link
 

2. Tour Carbonnière

>>> Vista, Udito, Tatto | Connessione con il luogo

Se vorrai conciliare una passeggiata in mezzo alla natura, che rende così unico il territorio della Camargue Gardoise, e la visita ad un altro sito d’importanza storica per la cittadina medievale, ti consigliamo di inserire la Tour Carbonnière all’interno del tuo itinerario alla scoperta di cosa vedere a Aigues-Mortes e nei suoi dintorni.

Questa torre ad accesso libero si trova in una posizione decentrata rispetto al centro storico e può essere raggiunta comodamente in auto oppure con una passeggiata a piedi di circa 10 chilometri andata/ritorno. Noi abbiamo deciso di visitarla prima di intraprendere il nostro viaggio di rientro in Italia pertanto, dopo aver lasciato l’auto nel piccolo parcheggio nelle immediate vicinanze, ci siamo diretti verso la suggestiva passerella che attraversa la palude.

Aigues-Mortes Dintorni | Tour Carbonnière
La scenografica Tour Carbonnière nei dintorni di Aigues-Mortes

In questi primi pochi passi rimarrai affascinato dal paesaggio e dalla fauna che circonda l’imponente e solitaria torre di guardia del XIII secolo che venne strategicamente eretta lungo l’unica strada di accesso poiché la guarnigione che presidiava in questo luogo si occupava anche della richiesta di pedaggi. Il panorama a 360° sulle paludi che si osserva dalla sua terrazza ha qualcosa di speciale, un punto di osservazione sorprendente per ammirare ancora una volta i fenicotteri nel loro ambiente naturale e l’orizzonte a perdita d’occhio sotto il cielo limpido della Camargue!

Aigues-Mortes | Panorama Tour Carbonnière
La Tour Carbonnière offre un punto di osservazione sorprendente
 

3. Le Grau-du-Roi

>>> Vista, Udito, Gusto, Olfatto, Tatto | Connessione con il luogo

Seguendo il corso del Canal du Rhône à Sète, potrai raggiungere anche il mare per trascorrere una serata all’insegna della cucina tipica di questo litorale mediterraneo e concederti una pausa nel grazioso porticciolo di Le Grau-du-Roi.

Prima di accomodarti in uno dei tanti ristoranti che propongono immancabili crudités di mare, soupe e la tradizionale rouille graulenne a base di polipo, passeggia lungo l’ultimo tratto del canale per scattare una romantica foto con vista sul faro oppure per osservare la statua della speranza di Paul Pennarbed che raffigura una mamma e una bambina che attendono con ansia il ritorno del loro marinaio; un omaggio alle donne della Camargue che ci ha ricordato molto la statua presente a Cesenatico nella Piazza Spose dei Marinai.

Aigues-Mortes Dintorni | Le Grau-Du-Roi
Il grazioso porticciolo di Le Grau-du-Roi bagnato dalle acque del Mediterraneo

Visitare Aigues-Mortes in Camargue: Info utili

Come arrivare a Aigues-Mortes

Con questo articolo ci auguriamo di averti incuriosito e perché no convinto a pianificare un weekend lungo per scoprire cosa vedere a Aigues-Mortes e nei suoi dintorni.
Questa romantica cittadina, che può fregarsi del marchio di “Grand Site Occitanie” e “Grand Site de France”, ha tutte le carte in regola per diventare una meta imprescindibile all’interno di un viaggio itinerante alla scoperta della Camargue e delle confinanti Occitania e Provenza!

Proprio per questo motivo il nostro suggerimento è quello di raggiungerla in automobile scegliendo una di queste tre opzioni: percorrendo la A9 e successivamente la D979 provenendo da Nîmes, distante circa 45 chilometri, la D66 e la D62 qualora tu provenga da Montpellier, situata a 35 chilometri dalle famose saline della Camargue, oppure la D38C e la D58 arrivando da Arles, la più vicina delle tre e distante solo 20 chilometri circa.

Questa località del Sud della Francia dispone infine di una stazione ferroviaria, situata nei pressi del Canal du Rhône à Sète, servita regolarmente dai treni TER [Transport express régional] gestiti dalla SNCF che la collegano in poco più di 50 minuti alla Gare Nîmes Centre.

 

Dove parcheggiare ad Aigues-Mortes

Come hai potuto leggere nel paragrafo precedente il modo più semplice per raggiungere Aigues-Mortes è a bordo della tua automobile, mezzo indispensabile per visitare comodamente anche i punti di interesse situati nei dintorni dell’incantevole cittadella medievale.
Grazie alla presenza di ben 9 parcheggi [8 a pagamento e 1 gratuito] dislocati in differenti zone della città riuscirai, in ogni momento dell’anno e della giornata, a trovare un posto libero per la tua auto ed immergerti nella splendida atmosfera che si respira varcando i bastioni con vista sulle saline.

Le aree di sosta più gettonate sono quelle situate nei pressi della Porte de la Gardette [P1, P2 e P3], ma noi ti consigliamo di dirigerti immediatamente al parcheggio P9, posizionato dall’altro lato del canale rispetto alla Tour de Constance e a soli 10’ a piedi dal simbolo della città, o al parcheggio P8 [Google Maps], l’unico gratuito ma decisamente decentrato rispetto al centro storico di Aigues-Mortes.

N.B. Per tutte le informazioni riguardanti orari, costi e posizione dei parcheggi ti suggeriamo di consultare il seguente link.

 

Link utili per organizzare un viaggio ad Aigues-Mortes

Di seguito potrai trovare alcuni link ufficiali utili per la pianificazione di questo itinerario:


Dove dormire a Aigues-Mortes

MAISON DES CROISADES
* Indirizzo: 2 Rue du Port
Che tu sia di passaggio o decida di trascorrere qualche giorno ad Aigues-Mortes in totale tranquillità, abbiamo la struttura ricettiva perfetta per il tuo soggiorno: la Maison des Croisades.
L’accoglienza e professionalità dei gestori è davvero ineccepibile e sempre accompagnata da un sorriso che fin da subito riesce a metterti a tuo agio facendoti sentire a casa.
La struttura si fonde alla perfezione con l’ambiente circostante e spicca sicuramente per la sua autenticità in quanto si tratta di un antico edificio che in passato veniva utilizzato per lo stoccaggio del vino prima del trasporto attraverso il vicino canale; le 14 camere recentemente ristrutturate pur mantenendo lo charme dell’epoca non tralasciano comunque comfort più moderni.

La posizione dell’hotel fronte canale, a pochi passi dalla Tour de Constance e dai bastioni del XIII secolo risulta estremamente funzionale per esplorare la città a piedi; in ogni caso potrai usufruire di una card paragonabile ad un permesso residenti che ti permetterà di posteggiare gratuitamente la tua auto nei parcheggi convenzionati, ubicati nei dintorni delle mura.

Tra i servizi inclusi troverai, inoltre, uno spazio dove poter custodire la tua bicicletta in totale sicurezza o effettuare piccole manutenzioni; laddove tu preferisca invece noleggiarla, potrai chiedere informazioni alla reception per il noleggio in loco.
La colazione, che potrai gustare anche nella piccola e graziosa veranda, risulta un vero tripudio di sapori, tra dolce e salato riuscirai ad immagazzinare le giuste energie per la tua giornata; a questo proposito, non dimenticare di assaggiare la deliziosa fougasse di Aigues-Mortes aromatizzata ai fiori d’arancio! Infine, come potrai notare dalla presenza di una simpatica e discreta amica a quattro zampe di nome Rita, ufficialmente considerata la mascotte dell’hotel, sappi che gli animali sono i benvenuti in questa struttura!

Dove Dormire Aigues-Mortes | Maison Des Croisades
Dove Dormire a Aigues-Mortes | Maison Des Croisades
 

Dove mangiare a Aigues-Mortes e dintorni

LE MINOS
* Indirizzo: 7 Place Saint Louis
Noi riteniamo che i consigli su locali o ristoranti siano sempre molto utili, soprattutto quando ci si trova a visitare destinazioni particolarmente turistiche dove non è facile orientarsi tra numerose proposte gastronomiche. Per quanto riguarda Aigues-Mortes, quindi, vogliamo fornirti un indirizzo dove poter andare a colpo sicuro: Le Minos, un ristorante situato nella centralissima Place Saint Louis che dispone di un comodo spazio interno ed un ampio dehor dove poter assaporare i piatti della cucina tradizionale godendosi la vivacità del contesto cittadino.

Durante la nostra piacevole cena siamo stati coccolati dal personale, attento e disponibile, ed ospitati nella sala interna che risulta molto caratteristica grazie alla presenza di alcune opere di artisti locali decisamente colorate! Tra le specialità proposte con un ottimo rapporto qualità prezzo non mancheranno piatti tipici di questa meravigliosa regione a base di pesce, frutti di mare [Imperdibili le huîtres au vinaigre à l’échalote] e l’immancabile gardianne de taureau, il tutto accompagnato da ottimi vini locali.

Dove Mangiare Aigues-Mortes | Le Minos
La gardianne de taureau del ristorante Le Minos
 

RESTAURANT LE GALION
* Indirizzo: 11 Quai Colbert – Le Grau-du-Roi
In occasione della nostra fuga verso il mare, abbiamo deciso di concederci una cena a base di pesce sul grazioso canale di Le Grau-du-Roi ed istintivamente siamo stati attirati dall’espressione accogliente dello staff del Restaurant Le Galion e dalla vista invitante di alcuni piatti diretti ai numerosi tavoli occupati nel dehor esterno. Dobbiamo ammettere che la nostra voglia di ostriche e di rouille graulenne [Ricetta a base di polpo, patate, salsa aïoli, olio, peperoni, alloro, sale e pepe] è stata pienamente soddisfatta per cui se stai cercando qualità di prodotti ed un servizio cordiale non possiamo che consigliarti questo locale per vivere una piacevole serata con vista sul suggestivo faro di questa cittadina portuale.


Altre idee per un viaggio in Francia

  • Aigues-Mortes – Cosa vedere nell’ammaliante cité médiévale della Camargue Gardoise
  • Cosa vedere a Montpellier – 3 giorni nella dinamica e affascinante città francese
  • Sète – Cosa vedere nella vivace “île singulière” di Francia
  • Carcassonne – Cosa vedere nello scintillante gioiello della Francia del Sud

Articolo scritto in collaborazione con Atout France Italia e Aigues-Mortes Tourisme


Ultimo aggiornamento: 31 maggio 2023

Hai trovato utile questo post? Interagisci con noi lasciando un commento e condividilo con i tuoi amici!
Per rimanere sempre aggiornato vienici a trovare su Instagram e su Facebook!

4 commenti

  • Anna

    Mi ispira un sacco questa meta, in realtà non l’avevo mai presa in considerazione, ma è stata proprio una bella scoperta leggerne sul vostro blog! Io amo i borghi medievali, i camminamenti ben conservati, scoprire una città dall’acqua… insomma ho già l’elenco delle cose da fare quando ci andrò!

    • Daniele & Marilena

      Abbiamo toccato con mano quanto sia facile innamorarsi di Aigues-Mortes grazie a tutte le caratteristiche che hai descritto alla perfezione!
      Ammirare il profilo della cité médiévale dal lato delle saline è una delle cose più affascinanti che abbiamo avuto la possibilità di fare negli ultimi anni! Ti auguriamo di poter visitare Aigues-Mortes il prima possibile per vivere le stesse emozioni che abbiamo vissuto noi!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.