Catania Cosa Vedere | Panorama
Sicilia

Catania cosa vedere in 3 giorni: alla scoperta della città del “Liotru”

Cosa vedere a Catania? Vieni con noi alla scoperta della città all’ombra dell’Etna per ammirare lo stile barocco del suo meraviglioso centro storico e per gustare le sue squisite specialità gastronomiche. Visitare Catania in 3 giorni è la scelta giusta per te? Le valutazioni della Five In Travel Charts ti aiuteranno a capirlo!


Periodo: Dicembre
Durata: 3 giorni


Dobbiamo ammetterlo, questa volta ci siamo davvero fatti prendere un po’ troppo la mano nel raccontare il nostro itinerario alla scoperta di cosa vedere a Catania, ma ci ha talmente affascinato che non vedevamo l’ora di descrivere ogni singola tappa di questa tre giorni nella città del “Liotru”.

I palazzi e le chiese in stile barocco, il nero elegante delle pietra lavica, i colori della street-art, i profumi e i sapori delle sue specialità gastronomiche, il vociare dei mercati rionali, gli spazi verdi e silenziosi dove potersi riposare dopo i chilometri macinati lungo Via Etnea, le onde che si infrangono sugli scogli di San Giovanni Licuti e, infine, sua maestà “A’ Muntagna” sono stati i protagonisti indiscussi di questa nostro soggiorno in terra siciliana!

Sei pronto a vivere in nostra compagnia un nuovo viaggio attraverso i 5 sensi?

 
Posti Da Visitare A Catania | Street Art
Gli splendidi colori della street-art di Catania

FIVE IN TRAVEL CHARTS
Questo itinerario alla scoperta di CATANIA è il nostro personale suggerimento se sei un viaggiatore al quale piace esplorare il mondo affidandosi allaVISTA, al GUSTO, all’OLFATTO, all’UDITO ecercando attraverso il TATTO una CONNESSIONE CON IL LUOGO.


CATANIA COSA VEDERE: Il nostro itinerario

Cose da vedere a Catania in un giorno

Piazza Duomo

>>> Vista

Per iniziare il nostro tour alla scoperta di cosa vedere a Catania in tre giorni, abbiamo deciso di darti appuntamento all’ombra della Fontana dell’Elefante, il simbolo indiscusso della cittadina siciliana, per cominciare ad assaporare l’atmosfera che si respira tra i meravigliosi palazzi del suo centro storico.

Quest’opera monumentale porta la firma dell’architetto Giovanni Battista Vaccarini, il cui nome è indissolubilmente legato alla rinascita urbanistica della città dopo il terrificante terremoto del 1693, ed è caratterizzata dal contrasto della pietra lavica che contraddistingue “U Liotru” e il marmo che compone le restanti parti della struttura culminante con un obelisco sulla cui sommità si trova un’iscrizione dedicata a Sant’Agata

“M.S.S.H.D.E.P.L”
[ “Mente sana e sincera, per l’onore di Dio e per la liberazione della sua patria” ]

Cosa Vedere A Catania | Fontana Dell'Elefante
‘U Liotru”, la Fontana dell’Elefante, simbolo di Catania

Facendo una panoramica a 360° di Piazza Duomo il tuo sguardo incrocerà gli altri famosi monumenti che circondano il cuore della “città nera” e che ti racconteremo più tardi nello specifico, come ad esempio: la Cattedrale di Sant’Agata, Porta Uzeda, il Palazzo del Seminario dei Chierici, le Terme Achilliane, la Fontana dell’Amenano e il Municipio, conosciuto anche come Palazzo degli Elefanti.

Catania Luoghi Da Visitare | Porta Uzeda
Porta Uzeda e il Palazzo del Seminario dei Chierici
 

Cosa vedere a Catania | Cattedrale di Sant’Agata

>>> Vista, Tatto | Connessione con il luogo

Il Duomo di Catania o Cattedrale di Sant’Agata rappresenta il principale luogo di culto della città siciliana in quanto custodisce al suo interno la cappella dedicata alla Santa Patrona dove spicca la stanza in cui è conservato il tesoro della vergine e martire, conosciuta come “A Camaredda”.

Tralasciando gli aspetti puramente artistici e architettonici siamo rimasti totalmente rapiti dall’atmosfera raccolta e mistica che si respira all’interno di questa meravigliosa cattedrale e abbiamo provato ad immaginare, socchiudendo per un attimo gli occhi, cosa avviene nei giorni tra il 3 e il 5 febbraio quando tutta la città si riunisce per celebrare Sant’Agata con festeggiamenti e celebrazioni che vanno dalla processione dell’offerta della cera, al giro esterno della città, che inizia alle 3.30 del mattino con la fragorosa apertura del portone della cattedrale e l’ingresso in chiesa da parte dei fedeli, e che si concludono con il giro interno della città che si protrae fino alla tarda mattinata del 6 febbraio quando le reliquie della Santa fanno finalmente ritorno all’interno del Duomo.

Visitare Catania | Cattedrale di Sant'Agata
Catania cosa vedere | Cattedrale di Sant’Agata

Cattedrale di Sant’Agata | Orari & Biglietti
Orari > Da Lunedì a Sabato 07.00 – 12.00 e 16.00 19.00 | Domenica e Festivi 07.30 – 12.00 e 16.30 – 19.00

Biglietti > Ingresso gratuito

Informazioni > Per informazioni sempre aggiornate ti consigliamo di consultare questo link

 

Chiesa della Badia di Sant’Agata

>>> Vista

Nel momento in cui deciderai di organizzare un viaggio alla scoperta di Catania, ti capiterà di leggere numerose indicazioni e suggerimenti sulla Chiesa della Badia di Sant’Agata poiché è considerata uno dei migliori punti di osservazione per ammirare la città dall’alto.

La sua posizione è certamente invidiabile in quanto si trova accanto alla Cattedrale e a poca distanza dal mare, per cui dalla terrazza riuscirai a scorgere un panorama a 360° che spazia dalla costa catanese fino al profilo di sua maestà l’Etna.

Cosa Vedere A Catania | Chiesa Badia Sant'Agata
Chiesa della Badia Sant’Agata

La nostra salita è stata resa ancora più suggestiva da una momentanea interruzione dell’energia elettrica che ci ha portato a percorrere i circa 180 gradini completamente al buio; ti lasciamo immaginare la sorpresa al momento dell’arrivo in cima alla scala a chiocciola.

Prima di accedere al percorso che ti condurrà alla sontuosa cupola ottagonale, però, ti consigliamo di fermarti ad osservare la facciata esterna in quanto si tratta di uno splendido esempio di architettura barocca.

Cosa Fare A Catania | Tetto Badia Sant'Agata
Badia di Sant’Agata: ammira Catania dall’alto

Cupola Badia di Sant’Agata | Orari & Biglietti
Orari > Lunedì 09.30 – 12.30 | Da Martedì a Sabato 09.30 – 12.30 e 15.00 – 17.00 | Domenica 09.30 – 12.30 e 18.00 – 20.00

Biglietti > Salita alla cupola > Intero: 5,00€

Informazioni > Per informazioni sempre aggiornate ti consigliamo di consultare questo link

 

Cose da vedere a Catania | Fontana Dell’Amenano

>>> Vista, Udito

In Piazza Duomo è possibile ammirare una delle testimonianze dell’antica presenza del fiume Amenano che, prima della terribile eruzione del 1669, attraversava Catania: la Fontana dell’Amenano.
Oggi questo corso d’acqua fluisce silenziosamente nelle profondità della città, ma in rari punti [Terme Achilliane, Teatro Greco-Romano,Pozzo di Gammazita, Villa Pacini e A Putia dell’Ostello] risulta ancora visibile esternamente.

La fontana in marmo, conosciuta anche come “Acqua a Linzolu”, fu eretta nella seconda metà del 1800 ed è costituita dalla statua di un giovane che, secondo la mitologia greca, rappresenta proprio l’Amenano.
Quest’opera, grazie all’effetto cascata dell’acqua che fuoriesce dalla scultura, dona senza dubbio particolare eleganza al tratto della piazza che introduce alla vivace Piscaria.

Cosa Visitare A Catania | Fontana Dell'Amenano
Cosa Visitare A Catania | Fontana Dell’Amenano
 

A’ Piscaria

>>> Vista, Udito, Gusto, Olfatto, Tatto | Connessione con il luogo

Da amanti dei profumi, dei sapori e dei suoni dei mercati cittadini non vedevamo l’ora di visitare Catania soprattutto per recarci in questo luogo che incarna l’anima della cittadina siciliana!
Per essere catturato totalmente dall’atmosfera folkloristica della Piscaria dovrai recarti in Piazza Alonzo di Benedetto nelle prime ore della mattinata quando le cantilene e i proverbi siciliani vengono recitati dai pescivendoli,accompagnati da una colorita gestualità, per attirare l’attenzione di turisti e acquirenti.

Passeggiare tra i banchi di marmo e i tavolacci di legno, dove trova spazio il pescato del giorno sotto forma di triglie, sardine, gamberi e pesce spada, è sicuramente uno dei momenti più belli e caratteristici che ti porterai a casa dalla tua vacanza in quel di Catania.

Catania Cosa Vedere In Un Giorno | A Piscaria
Catania Cosa Vedere In Un Giorno | A’ Piscaria

La tua mattinata alla scoperta di questa pittoresca zona però non finisce qui! Esplorando le aree limitrofe al mercato del pesce oppure Via Gisira, una della strade più fotografate e colorate, troverai infatti numerosi ristoranti e banchi di generi alimentari grazie ai quali potrai scoprire le specialità della cucina di questo angolo di Sicilia come ad esempio i pistacchi, le olive, il pecorino pepato, il croccante di mandorle e altri prodotti tipici della gastronomia catanese.

Posti Da Visitare A Catania | Via Gisira
Via Gisira una delle vie più colorate e fotografate della città
 

Piazza Università

>>> Vista

Percorrendo Via Etnea in lungo e in largo, rimarrai affascinato da una delle piazze considerate tra le più belle della città: Piazza Università.
Oltre ad essere un meraviglioso esempio di architettura barocca, soffermati in questo luogo per notare come il tuo sguardo, seguendo il profilo della lunga via Etnea, potrà arrivare a scorgere l’imponente cima del vulcano che i catanesi chiamano affettuosamente “A’ Muntagna”!

Gli edifici storici che la circondano, tra cui spicca il Palazzo dell’Università e il Municipio, la rendono un elegante salotto cittadino che ti riserverà alcuni segreti nascosti dietro l’immagine dei suoi lampioni in bronzo, quattro curiose attrattive che raccontano altrettante leggende di un antico passato della città: quelle della giovane Gammazita, dei fratelli Anapia e Anfinomo, del paladino Uzeta e del sub Cola Pesce.

Nelle ore serali si trasforma in punto di ritrovo dei giovani catanesi senza mai abbandonare il particolare fascino enfatizzato dalle luci del tramonto.

Posti Da Visitare A Catania | Piazza Università
Posti Da Visitare A Catania | Piazza Università
 

Cosa vedere a Catania in 1 giorno | Via Etnea

>>> Vista, Udito, Tatto | Connessione con il luogo

Data la posizione del nostro B&B, abbiamo avuto modo di esplorare la principale via di Catania, apprezzandone in primo luogo la caratteristica posizione in lieve salita che introduce alla meravigliosa vista sull’Etna.

Con la sua estensione che si avvicina ai tre chilometri, Via Etnea è considerata un vero e proprio percorso turistico che offre numerose attrattive: dagli splendidi edifici in stile barocco alla Basilica della Collegiata, dalla Villa Bellini all’Orto botanico, senza dimenticare le boutiques e le note pasticcerie

In questa storica via, che rappresenta il cuore della città, abbiamo avuto la sensazione di sentirci realmente a casa, come dei catanesi orgogliosi di poter passeggiare tra così tanta bellezza!
Nel periodo natalizio, inoltre, vengono inserite graziose installazioni luminose che la rendono molto suggestiva, regalando un’immagine davvero inaspettata!

Catania Cosa Vedere In Un Giorno | Via Etnea
Cosa fare a Catania? Naturalmente passeggiare su Via Etnea

Curiosità in viaggio
Pochi turisti si soffermano ad osservare l’incrocio compreso tra Via Etnea e Via San Giuliano; soltanto chi si trova a percorrere quest’area con un catanese, infatti, viene a conoscenza dell’importanza di questo storico crocevia, chiamato appunto “quattro canti”, grazie ai quattro palazzi storici dagli angoli smussati che ne donano la particolare forma ottagonale. Il passato risuona attraverso il nome delle antiche casate nobiliari legate a questi edifici, ma uno di questi è anche collegato al nome di Giuseppe Garibaldi che, durante la campagna dell’Unità d’Italia, affacciandosi dal balcone del Palazzo di Sud-est pronunciò la storica frase “O Roma o morte”!

 

Basilica della Collegiata

>>> Vista, Tatto | Connessione con il luogo

Proseguendo sulla via principale della “città nera”, in direzione opposta a Piazza Duomo e poco più avanti rispetto a Piazza Università, si trova un altro splendido esempio di tardo-barocco catanese: la Basilica della Collegiata, anche conosciuta con il più altisonante nome diAntichissima Regia ed Insigne Basilica Colleggiata di Maria Santissima dell’Elemosina.

Questa chiesa, tra le più antiche della città, si staglia tra palazzi e locali commerciali e merita di essere visitata per via della sua facciata armonica che richiama le linee di un organo, per i suoi interni finemente decorati e soprattutto per la presenza della cosiddetta Candelora del Circolo Cittadino di Sant’Agata che nei giorni che precedono la festa della Santa Patrona viene portata a spalle da otto uomini e ha il compito di chiudere il corteo dei 12 cerei in processione.

Catania Luoghi Da Visitare | Basilica Collegiata
Basilica della Collegiata
 

Via Crociferi

>>> Vista

Quella che ora vogliamo raccontarti è, sicuramente, una delle tappe più famose e più caratteristiche che merita di essere inserita all’interno di un itinerario di un paio di giorni alla scoperta di cosa vedere a Catania: Via Crociferi.

Questa strada,risalente al XVIII secolo, ospita alcuni degli esempi più rappresentativi dell’arte barocca siciliana ed è caratterizzata, inoltre, dalla presenza di ben quattro edifici religiosi nel breve spazio di 200 metri: la Chiesa di San Benedetto, la Chiesa di San Francesco Borgia, la Chiesa di San Camillo e la Chiesa di San Giuliano.

Accanto alle appena citate quattro chiese, percorrendo questa strada sarà anche possibile ammirare il Collegio dei Gesuiti, il Convento dei Crociferi, Villa Cerami, oggi sede della Facoltà di Giurisprudenza, el’Arco di San Benedetto, lo splendido arco/ponte che costituisce il punto di accesso a Via Crociferi attorno al quale aleggiano ancora oggi due leggende ben note ai catanesi.

Cosa Vedere A Catania In Un Giorno | Via Crociferi
Via Crociferi
 

Catania cosa vedere in un giorno | Chiesa di San Giuliano

>>> Vista

Su consiglio di una catanese doc, la zia di Marilena, ci siamo spinti in Via Crociferi soprattutto per visitare la Chiesa di San Giuliano e scoprire ciò che si può ammirare dalla sua sommità.

Prima di godere del più bel panorama su Catania, a nostro modesto parare, ti consigliamo di esplorare questo raccolto ma grazioso edificio religioso utilizzando l’audio guida che potrai scaricare gratuitamente grazie al QR Code presente nei pressi dell’ingresso della chiesa.

Catania Cosa Vedere In Un Giorno | San Giuliano
Chiesa di San Giuliano
 
  • Scopri il nostro reel per ammirare sua maestà l’Etna in tutta la sua bellezza
 

Dobbiamo ammettere di aver trascurato in prima battuta gli interni di San Giuliano per la curiosità che avevamo di vedere sua maestà “A’ Muntagna” in tutto il suo splendore!
La maggior parte dei turisti è solita fermarsi sul loggiato che si trova in cima alla scala a chiocciola, ma noi consigliamo di spingerti,attraverso una scala un po’ angusta, fino al cospetto della lanterna rossa per godere di una strepitosa vista 360° sulla città.

Prima di lasciare questo luogo concediti una piccola pausa davanti alla cantoria monumentale,dove prendevano posto le monache incaricate di animare le celebrazioni con canti e preghiere, luogoscelto anche da Franco Zeffirelli per girare una scena del celebre film “Storia di una capinera”.

Cosa Vedere A Catania | Etna San Giuliano
Dalla terrazza del Chiesa di San Giuliano potrai ammirare sua maestà l’Etna

Cupola Chiesa Di San Giuliano | Orari & Biglietti
Orari > Da venerdì a domenica 10.00 – 12.45

Biglietti > Salita alla cupola > Intero: 4,00€

Informazioni > Per informazioni sempre aggiornate ti consigliamo di consultare questo link

 

Piazza Stesicoro

>>> Vista, Udito

Tra Piazza Università e la Villa Bellini sorge una delle piazze più frequentate e trafficate di Catania, ma allo stesso tempo ricca di testimonianze del passato: Piazza Stesicoro, il cui nome prende ispirazione dall’antico poeta greco.

Noterai fin da subito che la piazza è circondata da numerosi palazzi in stile barocco e, soprattutto, che Via Etnea separa questo ampio spazio in due aree storiche ben distinte: in una spicca l’anfiteatro romano risalente al II secolo d.c., mentre nell’altra l’indiscusso protagonista è il compositore Vincenzo Bellini raffigurato in un imponente monumento che celebra le sue opere più note come la Norma, I puritani, La sonnambula e Il pirata.

Prendi come punto di riferimento questa statua se vorrai addentrarti nel noto e caratteristico mercato cittadino della Fera ‘o Luni, poiché l’ingresso è situato proprio alle sue spalle.

Visitare Catania | Monumento Vincenzo Bellini
Il monumento di Vincenzo Bellini in Piazza Stesicoro

Nel periodo in cui noi abbiamo visitato la città etnea [Dicembre 2021] l’area degli scavi di Piazza Stesicoro era interdetta al pubblico, per via di alcuni interventi di messa in sicurezza, e per questo motivo anche noi ci siamo limitati ad osservare i resti dal livello della strada.

Da questo punto di osservazione si possono scorgere le sue notevoli dimensioni, il contrasto cromatico creato dall’alternanza di blocchi di pietra lavica e inserti in mattoni e marmo e soprattutto una frase attribuita a Sant’Agata, il cui martirio avvenne proprio nei pressi del “Colosseo di lava”:

“Per me civitas catanensium sublimatur a Christo”
[ “Per mezzo mio la città dei catanesi è innalzata a Cristo” ]

Prima di abbandonare questa zona ti consigliamo di dare un’occhiata anche alla porta di ferro, che fungeva da ingresso agli scavi, incorniciata da due colonne e sormontata da un’architrave che riporta l’incisione “Amphitheatrum insigne”.

Cosa Vedere A Catania | Anfiteatro Romano
Anfiteatro Romano
 

Cosa fare a Catania in un giorno | Villa Bellini

>>> Vista, Udito, Tatto | Connessione con il luogo

La trafficata e commerciale Via Etnea potrà offrirti anche un momento di relax in uno dei giardini più antichi della città: Villa Bellini.
La parte centrale del parco caratterizzata da siepi e fontane monumentali ti trasporterà immediatamente nel settecento.

Si tratta di un luogo molto caratteristico grazie alla presenza dell’imponente scalinata d’ingresso, dell’orologio botanico, ma soprattutto del chiostro in stile liberty e del busto del noto compositore Vincenzo Bellini che diede poi il nome alla villa nell’ottocento.

Ti consigliamo di goderti qualche minuto all’interno di questo giardino per ammirare l’Etna da una prospettiva immersa nel verde o assaporare in quest’oasi le bontà dolci e salate che potrai trovare nelle due popolari pasticcerie situate proprio di fronte all’ingresso della Villa.

Cosa Vedere A Catania In Un Giorno | Villa Bellini
Cosa Vedere A Catania In Un Giorno | Villa Bellini

Villa Bellini | Orari & Biglietti
Orari > Periodo Invernale [01/11 al 30/04] 07.00 – 20.00 | Periodo Estivo [01/05 al 31/10] 07.00 – 22.00

Biglietti > Ingresso gratuito

 

Orto Botanico

>>> Vista, Olfatto

Se sei alla ricerca di un’oasi di pace che possa coinvolgere i tuoi sensi, Catania custodisce all’interno del suo vivace centro città un luogo di eccellenza dal punto di vista naturalistico: l’Orto Botanico.
La sua creazione è legata al nome del monaco benedettino Francesco Tornabene Roccaforte che, avendo ottenuto nella metà dell’ottocento la cattedra di botanica all’università di Catania, acquisì questo terreno di 16.000 mq per poter effettuare tutti gli studi necessari.

Questo giardino accessibilegratuitamente costituisce un vero gioiello grazie alle presenza di palme, di piante esotiche, da quelle più comuni fino a quelle più particolari come le succulente, e soprattutto di piante autoctone che crescono spontaneamente sul territorio siciliano.

Cose Da Vedere A Catania | Orto Botanico
Da non perdere una passeggiata nell’Orto Botanico di Catania

Orto Botanico | Orari & Biglietti
Orari > Da lunedì a venerdì 09.30 – 18.30 | Sabato09.30 – 12.30 | Domenica chiuso

Biglietti > Ingresso gratuito

 

Monastero dei Benedettini

>>> Vista, Tatto | Connessione con il luogo

Visitando Catania abbiamo trovato davvero moltissimi luoghi che ci hanno lasciato a bocca aperta, ma dobbiamo ammettere che il Monastero dei Benedettini è stato in grado di stupirci particolarmente e conquistarci per le sue dimensioni, per la bellezza della sua struttura in stile barocco, per la ricchezza dei suoi interni e soprattutto per la storia che si respira percorrendo ogni centimetro di questo splendido complesso patrimonio mondiale dell’Unesco.

Seguendo il percorso disegnato dalla visita guidata scoprirai immediatamente i due chiostri, quello di levante e quello dei marmi, che caratterizzano gli esterni del monastero e che rappresentano solo un piccolo assaggio delle bellezze che potrai ammirare visitando gli spazi oggi sededel Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Catania.

Catania Cosa Vedere | Monastero Benedettini
Il chiostro di levante all’interno del Monastero Benedettini

Per raccontare cosa è possibile apprezzare all’interno del Monastero dei Benedettini non basterebbe un intero articolo vista la ricchezza degli ambienti qui custoditi, per cui ci limiteremo ad elencarti quanto più ci è rimasto impresso come ad esempio il seminterrato settecentesco dove sono visibili i resti di una domus romana risalente al II secolo d.C., le fondazioni cinquecentesche e, arrivando ai giorni nostri, la biblioteca e l’area studio del DISUM e la fornitissima emeroteca, una zona adibita alla raccolta di giornali e periodici.

Cosa Vedere A Catania | Monastero Benedettini
L’arcobaleno ad incorniciare lo splendido Monastero dei Benedettini

Altre zone di particolare interesse sono il Refettorio Grande, oggi sede dell’Aula Magna “Santo Mazzarino”, dove spicca l’ampia volta affrescata e la caratteristica Sala Rossa situata nel “Ventre delle Cucine” la cui struttura a volte richiama la forma di sua maestà l’Etna, la cui forza qui è ben rappresentata dalla muratura in pietra lavica che risale alla terrificante eruzione del 1669.

Scendendo i gradini del monumentale scalone, adornato da stucchi neoclassici, si concluderà questo interessantissimo viaggio tra storia e arte che ti consigliamo fortemente di inserire nel tuo itinerario alla scoperta delle cose da vedere a Catania in un paio di giorni.

Visitare Catania | Monastero Benedettini
Visitare Catania | Il meraviglioso Monastero dei Benedettini

Monastero Dei Benedettini | Orari & Biglietti
Orari > Tour Guidati > Da lunedì a venerdì 10.00 e 12.00 | Sabato 10.00, 12.00, 14.00, 15.00, 16.00 e 17.00 | Domenica 10.00 – 17.00 una visita in partenza ogni ora

Biglietti > Intero: 8,00€ | Ridotto: 5,00€

 

Chiesa Monumentale di San Nicolò L’Arena

>>> Vista

Dopo aver visto le terrazze della Badia di Sant’Agata e della Chiesa di San Giuliano abbiamo deciso di ammirare nuovamente Catania dall’alto salendo sulla cima dell’edificio di culto cattolico più grande e alto di tutta la Sicilia: la Chiesa Monumentale di San Nicolò l’Arena.

Anche da questo punto panoramico, recentemente riaperto al pubblico, la “città nera” si è palesata davanti ai nostri occhi in tutta la sua bellezza, regalandoci uno splendido tramonto con il quale abbiamo concluso nel migliore dei modi la nostra prima giornata in terra siciliana.

Catania Cosa Visitare | Chiesa San Nicolò Arena
Chiesa Monumentale di San Nicolò l’Arena

Ti consigliamo di visitare questa chiesa anche per scoprire uno strano oggetto custodito al suo interno: la grande meridiana tracciata dagli astronomi Wolfgang Sartorius von Waltershausen e Christian Peters.
Questo orologio solare si estende per circa 40 metri e riporta l’indicazione del tempo, del calendario, dei segni zodiacali oltre ad alcune informazioni relative ai suoi ideatori e ai rapporti tra le varie unità di misura utilizzate all’epoca della sua realizzazione.

Visitare Catania | San Nicolò L'Arena
La grande meridiana custodita all’interno della Chiesa Monumentale di San Nicolò L’Arena

Chiesa Monumentale San Nicolò L’Arena | Orari & Biglietti
Orari > Da lunedì a sabato 09.00 – 19.00 | Domenica e festivi 09.00 – 13.00

Biglietti > Salita alla punto panoramico > Intero: 3,00€

 

Cosa vedere a Catania in 2 giorni

Teatro Romano e Odeon

>>> Vista, Tatto | Connessione con il luogo

Se stai leggendo questo paragrafo, vuol dire che hai apprezzato i nostri consigli su cosa vedere a Catania in un giorno e soprattutto che sei pronto a scoprire cosa può ancora offrire questa meravigliosa città!
Per ringraziarti delle fiducia che ci hai accordato ti vogliamo accompagnare all’interno di uno dei luoghi, a nostro avviso, più scenografici della città etnea: il Teatro Romano e l’Odeon!

Appena varcato il locale adibito alla biglietteria verrai immediatamente catapultato nel II secolo d.C. periodo in cui venne costruito il Teatro Romano. In questo luogo decisamente appartato e silenzioso sono ancora visibili l’orchestra, alcune parti della scena e le gradinate che potevano accogliere fino a 7000 spettatori.

Visitare Catania | Teatro Romano
Visitare Catania | Teatro Romano e Odeon

In una posizione più elevata rispetto al Teatro sorge inoltre l’Odeon, un tempo utilizzato per ospitare concerti e spettacoli danzanti. All’interno di questa struttura semicircolare nei mesi estivi i catanesi, e non solo, possono ancora assistere a spettacoli che si svolgono sotto un cielo stellato!

Ma ciò che più abbiamo apprezzato durante la nostra visita al Teatro Romano e all’Odeon è stata la possibilità di ammirare la silhouette di questa antica costruzione riflessa nelle acque dell’Amenano, il fiume che scorre nelle cavità di Catania ma che, come già svelato in precedenza, riaffiora in alcuni punti della città rendendo questi luoghi davvero unici e affascinanti.

Cosa Visitare A Catania | Teatro Romano
Cosa Visitare A Catania | Il Teatro Romano bagnato dalle acque dell’Amenano

Teatro Romano e Odeon | Orari & Biglietti
Orari > Da lunedì a sabato 09.00 – 17.00 | Domenica 09.00 -13.00 | Prima domenica del mese 09.00 – 17.00

Biglietti > Intero: 6,00€ | Ridotto: 3,00€

 

Castello Ursino e Piazza Dei Libri

>>> Vista, Tatto | Connessione con il luogo

Passeggiando nei dintorni del Mercato della Pescaria e della vivace Via Gisira, ti sarà facile raggiungere il Castello Ursino, uno dei più importanti monumenti di Catania sia per le sue antiche origini risalenti al XIII secolo sia per il legame con il potere imperiale di Svevia che, dopo la rivolta dei Vespri Siciliani, lasciò il posto poi al Regno Aragonese.

La fortezza, caratterizzata da quattro torri circolari, un fossato e un ponte levatoio, fu collocata su un promontorio a due passi dal mare perché il complesso nacque con una funzione strategica di difesa. Come tutti i simboli architettonici della città anche il castello si trovò ad affrontare l’eruzione vulcanica del 1669, che lo allontanò dalla costa, e diversi terremoti che portarono alla distruzione di alcune delle sue torri.

Dopo essere stato adibito a prigione, ad inizio novecento si decise di attuare un’importante ristrutturazione con l’obiettivo di riportare l’aspetto del Castello il più possibile a quello originale; proprio in questo periodo si decise di collocare all’interno del maniero il Museo Civico di Catania con reperti archeologici, sculture, dipinti e mostre temporanee.

Catania Cosa Vedere | Castello Ursino
Catania Cosa Vedere | Castello Ursino

Castello Ursino | Orari & Biglietti
Orari > Da lunedì a domenica 09.00 – 19.00

Biglietti > Intero: 6,00€ | Ridotto: 3,00€ | Scuole: 2,00€

 

Ti consigliamo di soffermarti ancora qualche minuto in Piazza Federico di Svevia dove potrai osservare le installazioni posizionate dall’Associazione Culturale Gammazita create per ospitare la cosiddetta Piazza dei Libri: un’iniziativa nata nel 2014, volta a promuovere la socializzazione e riqualificazione di questa parte della città attraverso lo scambio di libri ed eventi culturali. 

Catania Luoghi Da Visitare | Piazza Dei Libri
Piazza Dei Libri
 

Catania cosa vedere in due giorni | Teatro Massimo Vincenzo Bellini

>>> Vista, Udito

Il legame di Catania con il compositore Vincenzo Bellini è ancora oggi ben evidente in città, basta pensare alla scultura inserita all’interno di Villa Bellini ma soprattutto alla presenza dello splendido teatro in stile barocco intitolato proprio al celebre musicista catanese al quale fu affidata la messa in scena dell’opera teatrale di apertura durante l’inaugurazione avvenuta a fine ottocento.

Imperdibile una sosta nella piazza antistante con la fontana centrale da cui ammirare l’esterno di grande impatto che nelle ore serali assume un fascino davvero particolare.

Lasciati trasportare da questa magia per visitare gli incantevoli interni dove sontuose decorazioni e affreschi raffiguranti le opere del Bellini rendono questo tempio della musica un vero e prezioso capolavoro catanese.

Visitare Catania | Teatro Massimo Bellini
Teatro Massimo Vincenzo Bellini

Teatro Massimo Vincenzo Bellini | Orari & Biglietti
Orari > Visite guidate > Da martedì a sabato 9.00, 10.00, 11.00 e 12.00

Biglietti > Intero: 6,50€ | Ridotto e Scuole: 4,00€

Informazioni > Per informazioni sempre aggiornate ti consigliamo di consultare questo link

 

Palazzo Biscari

>>> Vista

A pochi passi dal Duomo di Sant’Agata e dalle mura della città, si trova una delle dimore private più prestigiose di Catania: Palazzo Biscari, inestimabile testimonianza dello stile barocco siciliano resa nota in tutto il mondo anche grazie a set cinematografici che proprio qui hanno avuto sede.

Durante il nostro viaggio, purtroppo, un’importante ristrutturazione ci ha impedito di visitare le bellezze racchiuse al suo interno, ammirare la sontuosa facciata ed il cortile in tutta la sua bellezza settecentesca ma non vediamo l’ora di recuperare presto questo percorso lungo la storia e le sale protagoniste delle vicende culturali e artistiche sia della famiglia Biscari che della città di Catania.

Posti Da Visitare A Catania | Palazzo Biscari
Palazzo Biscari

Palazzo Biscari | Orari & Biglietti
Orari > Le visite guidate vengono pianificate settimanalmente

Biglietti > Visite guidate > Intero: 8,00€ | Ridotto: 6,00€

Informazioni > Per informazioni sempre aggiornate ti consigliamo di consultare questo link

 

Porta Garibaldi o Porta Ferdinandea

>>> Vista, Tatto | Connessione con il luogo

Spinti dalla curiosità di raggiungere quanto il nostro sguardo ha casualmente scrutato dalla prospettiva di Piazza Duomo, ci siamo incamminati lungo Via Garibaldi lasciando alle nostre spalle la Cattedrale e, dopo un’intensa camminata in salita, ci siamo ritrovati di fronte ad un luogo realmente inaspettato: Porta Ferdinandea, intitolata a Garibaldidopo il 1860.

Si tratta di un imponente monumento fuori dal classico itinerario turistico poiché situato in una zona che non racchiude ulteriori particolari attrazioni ma, a nostro parere, rappresenta una tappa importante per poter comprendere appieno la storia e la forza di questa città.

L’opera fu costruita per celebrare l’unione tra Ferdinando IV di Borbone e Carolina D’Austria e oggi raffigura principalmente la tenacia di Catania e l’appartenenza ad un territorio ricco di contrasti come i colori dei materiali utilizzati: la pietra lavica e quella calcarea che rendono questa struttura di grande impatto visivo. Sulla sua sommità è presente l’Araba fenice, uccello simbolo di rinascita, e sotto l’arco è stata posta la frase:

“Melior de cinere surgo”
[ “Rinasco dalle ceneri ancor più bella” ]

a rappresentazione di tutti i momenti storici in cui la città è stata distrutta ma poi riemersa ancora più bella dalle sue stesse ceneri.

Posti Da Visitare A Catania | Porta Garibaldi
Porta Garibaldi: una tappa fuori dai soliti itinerari alla scoperta di Catania
 

Posti da visitare a Catania | Quartiere di San Berillo

>>> Vista, Tatto | Connessione con il luogo

Dopo esserci spinti sino al cospetto della meno nota Porta Garibaldi, abbiamo deciso di inserire un’altra tappa insolita all’interno del nostro itinerario che ci ha portato, in soli tre giorni, alla scoperta di un gran numero di posti da visitare a Catania: il Quartiere di San Berillo.

Questo storico quartiere di Catania sta provando a rialzare la testa, grazie ad una riqualificazione voluta fortemente dai cittadini e da alcuni commercianti, dopo un lungo periodo di decadenza e di degrado causato dalla mal gestione della politica soprattutto negli anni ’50 del novecento.

Catania Cosa Visitare | San Berillo
San Berillo: la rinascita di un quartiere di Catania

Quella che un tempo era una zona caratterizzata da vicoli bui e malfamati, dove proliferavano emarginati, prostitute e delinquenti, a partire dal 2019 è divenuto un luogo di rinascita e di rivalsa grazie alla creazione di associazioni, di nuovi locali e di attività commerciali con le quali i cittadini hanno deciso di rimpossessarsi di questi spazi.

Se la sera questi vicoli si animano di giovani che amano recarsi nei bar e nei ristoranti sorti dalle ceneri degli antichi edifici di San Berillo, di giorno è possibile incontrare solo qualche turista che si spinge qui per ammirare da vicino le meravigliose opere di street-art che donano sicuramente una nuova luce a questo quartiere che speriamo si possa definitivamente rivalutare nei prossimi anni!

Cosa Fare A Catania | San Berillo
I meravigliosi murales del quartiere di San Berillo
 

Catania cosa vedere in 3 giorni

San Giovanni Li Cuti

>>> Vista, Udito, Olfatto

Dopo aver trascorso due giorni a spasso per la vivace Catania e dietro prezioso consiglio del gestore del nostro B&B, abbiamo deciso di trascorrere mezza giornata di puro relax a San Giovanni Li Cuti.

Pur essendo così vicino al centro, comodamente raggiungibile grazie alla metropolitana di Catania, questo piccolo borgo marinaro è apparso ai nostri occhi come un’immagine ferma nel tempo, lontana dal traffico e dal frastuono cittadino.

A nostro parere, questo romantico porticciolo é sicuramente da includere nell’elenco delle cose da vedere a Catania grazie ai colori delle basse abitazioni che lo caratterizzano e l’atmosfera che lo avvolge soprattutto nella bassa stagione quando nelle tiepide giornate di sole potrai ascoltare le voci dei pescatori di rientro con le loro imbarcazioni dipinte ed il rumore delle trasparenti acque del mare sugli scogli neri.

Catania Cosa Visitare | San Giovanni Li Cuti
San Giovanni Li Cuti: il meraviglioso borgo marinaro
 

Ognina

>>> Vista, Udito, Olfatto

Incoraggiati da una bella giornata di sole decidiamo di proseguire nella nostra passeggiata sul lungomare per raggiungere, con una piacevole camminata di circa 20 minuti, un altro caratteristico porticciolo di Catania: Ognina. Osservando il traffico intenso di auto, moto e biciclette è facile intuire che si tratta di un luogo decisamente turistico e molto amato anche dagli stessi catanesi che trascorrono qui le loro domeniche grazie alla presenza di numerosi locali e ristoranti, perfetti per una pausa a due passi dal mare.

Quello che rende Ognina una tappa imperdibile all’interno degli itinerari alla scoperta del territorio catanese è sicuramente la vista che si apre appena prima dell’arrivo in questo piccolo borgo di pescatori che ti permetterà, a destra, di ammirare la forza delle onde che si infrangono sulla scogliera formata dalle colate di lava e a sinistra di godere dell’imponente visione dell’Etna che sorveglia la costa orientale dai suoi oltre 3.300 metri di altezza.

Cosa Visitare A Catania | Ognina
Il porto di Ognina
 

Circumetnea

>>> Vista, Udito, Tatto | Connessione con il luogo

Se il tuo tempo a disposizione ti permetterà di trascorrere qualche giorno in più nei dintorni della città alle pendici dell’Etna, ti consigliamo un’esperienza da non perdere che ha come protagonista la Circumetnea, nota anche come “littorina”.

Un piccolo e colorato treno che accompagna con il suo inconfondibile rumore, non solo i pendolari giornalieri, ma anche i turisti attraversando suggestivi panorami e i piccoli paesi che circondano il vulcano partendo dalla caratteristica stazione di Catania Borgo fino all’opposta destinazione di Riposto.

Cosa Fare A Catania | Circumetnea
Circumetnea: sali a bordo e visita i piccoli paesi ai piedi del vulcano

COSA VEDERE A CATANIA: Esperienza a 5 sensi

Tour gastronomico di Catania insieme a Sicilying

>>> Vista, Udito, Gusto, Olfatto

Durante la preparazione del nostro viaggio alla scoperta dell’incantevole Catania siamo venuti a conoscenza del bonus See Sicily, messo a disposizione dalla Regione Sicilia, grazie al quale siamo riusciti a trascorrere una notte gratis nella struttura da noi selezionata e a partecipare gratuitamente ad un tour guidato di oltre due ore.

In compagnia del personale di Sicilying, una realtà giovane che lavora solo con i più qualificati operatori turistici siciliani, abbiamo preso parte ad una piacevole esperienza sensoriale che ci ha permesso di scoprire la storia della città etnea e di assaporare alcune delle più famose specialità gastronomiche, come ad esempio l’arancino, la cipollina, il seltz [Continuando a leggere questo articolo ti sveleremo dove poter trovare il più buono e il più famoso della città], i formaggi tipici, la frittura di pesce, la granita e la minnuzza di Sant’Agata.

Se hai poco tempo a tua disposizione oppure vuoi scoprire i segreti e i sapori di questa località in maniera completa e decisamente divertente, “La Via dell’Elefante” è il tour adatto a te!


VISITARE CATANIA: Informazioni utili

Cosa vedere a Catania?

Utilizza il collegamento a Google Maps per scoprire l’ubicazione precisa di ognuna delle tappe che abbiamo deciso di includere nel nostro itinerario alla scoperta di Catania.

 

Catania come arrivare e dove si trova

Catania si trova nella zona sud-est della Sicilia, bagnata dalle acque del Mar Ionio e circondata dalle province di Messina, Enna, Caltanissetta, Ragusa e Siracusa.

Questa città, situata ai piedi dell’Etna, è perfettamente collegata al resto d’Italia grazie ai voli operati da molte compagnie low cost [Ryanair, EasyJet, Wizz Air], che fanno dell’Aeroporto Internazionale Catania-Fontanarossa “Vincenzo Bellini” il terzo scalo aereo in Italia per traffico passeggeri.

Grazie alla sua vicinanza con il centro storico [Solo 6 km], ti consigliamo di utilizzare il servizio di linea Alibus messo a disposizione dall’AMTS per raggiungere la trafficata Via Etnea ed iniziare così il tuo itinerario alla scoperta delle cose da vedere a Catania.
In alternativa potrai salire a bordo di un taxi oppure noleggiare un’automobile direttamente in aeroporto ed arrivare nei pressi di Piazza Duomo percorrendo la SP70.

Linea Albus | Biglietti
Descrizione > Il biglietto ha una validità di 90 minuti e può essere utilizzato anche su tutte le altre linee urbane

Biglietti > 4,00€

Informazioni > Per informazioni e orari sempre aggiornate ti consigliamo di consultare questo link

 

Catania dove dormire

B&B CASA BARBERO
Per un soggiorno nei pressi del centro di Catania ma lontano dalla confusione, ti consigliamo il nostro grazioso B&B: Casa Barbero, inserito nel quartiere Borgo, a poche centinaia di metri dall’omonima stazione della metropolitana e della ferrovia circumetnea. I punti di forza di questa struttura sono sicuramente l’accoglienza e la cortesia dei proprietari sempre disponibili a fornire qualunque informazione, l’incantevole cortile interno e la comodità delle stanze che mantengono il fascino dell’edificio di inizio novecento grazie alla presenza di stucchi e soffitti affrescati.

 

Catania dove mangiare

TRATTORIA DA PEPPINO
Se sei alla ricerca di una trattoria dove cenare avvolto da un’atmosfera tranquilla e casalinga, abbiamo il nome che fa per te: Trattoria da Peppino! Questo locale rappresenta il punto di riferimento del quartiere Borgo; qui potrai trovare l’abbondanza e il sapore autentico dei piatti della tradizione catanese ed un ottimo rapporto qualità/prezzo. Per la nostra esperienza, la pasta con le sarde e il finocchietto selvatico rimarrà senza dubbio uno dei migliori piatti assaggiati in terra siciliana. Molto apprezzato anche il liquore alla cannella, di loro produzione, offerto a fine pasto accompagnato da alcuni biscotti secchi.

  • Via Empedocle, 35 – Catania
    Telefono: 095 430620 – 338 8387061

IL SALE ART CAFE’
Esattamente alle spalle della nota Pasticceria Savia di Via Etnea, abbiamo avuto modo di scoprire un locale molto elegante che si distingue non solo per la cortesia e la professionalità del suo staff, ma soprattutto per la creatività delle proposte sempre innovative e raffinate senza trascurare gli immancabili ingredienti della tradizione di indiscussa qualità! Ti consigliamo di prenotare il tuo tavolo in anticipo perché, trovandosi nel cuore della movida catanese che si sviluppa nella graziosa Via Santa Filomena, si tratta di un ristorante davvero molto gettonato.

TAVERNA MARINARA DA NITTO
Dopo aver dedicato del tempo ai sorprendenti panorami di Ognina, abbiamo deciso di ascoltare i preziosi consigli di alcuni locals e fermarci a degustare le proposte a base di pesce in uno dei locali affacciati sul porto: la Taverna Marinara di Nitto. Avrai l’imbarazzo della scelta ma di certo non mancherà pesce freschissimo, personale accogliente e i piatti della tradizione che potrai gustare in un ambiente informale, il tutto accompagnato da un ottimo rapporto qualità prezzo. Data la fama che lo precede, ti consigliamo di prenotare per tempo per assicurarti un posto in questo eccellente ristorante!

  • Piazza Mancini Battaglia, 9 – Catania
    Telefono: 095 7137074

GIARDINO DI BACCO
Per una serata lontana dal caos cittadino, ti suggeriamo di raggiungere la collina catanese di San Giovanni La Punta dove potrai trovare un’atmosfera romantica e intima all’interno di una villa dei primi del novecento circondata da un incantevole giardino. Quello che più ci ha sorpreso, oltre alla location, è stata l’esplosione di sapori che scaturisce dai piatti presentati, apparentemente semplici ma estremamente ricercati, soprattutto se consideriamo le materie prime stagionali proposte e l’evidente freschezza del pesce. Preparati, una cena trascorsa ai Giardini di Bacco è una vera e propria esperienza sensoriale!

  • Via Piave, 3 San Giovanni La Punta (Catania)
    Telefono: 095 7512727

PASTICCERIA SAVIA
Passeggiando per Via Etnea, all’altezza della Villa Bellini, non potrai non notare una straordinaria concentrazione di persone in attesa di varcare la soglia del paradiso dei dolci siciliani. Da oltre un secolo, infatti, la Pasticceria Savia rappresenta il luogo simbolo della tradizione sia dolce che salata. Tra croccanti cannoli, dolci granite e succulenti arancini, troverai davvero difficile fermarti ad un solo assaggio!

  • Via Etnea, 300 – Catania
    Telefono: 095 322335

    Whatsapp: 348 7459559
    info23@savia.it

PASTICCERIA SPINELLA
A pochi metri di distanza dal locale che ti abbiamo appena illustrato, ne sorge un secondo ugualmente rinomato e meritevole di una sosta: Pasticceria Spinella. Dalla colazione all’aperitivo, ogni momento della giornata sarà ottimo per una pausa golosa in questo trafficato tratto di Via Etnea. Non ti resta che scegliere da quale delizia iniziare!

CHIOSCO COSTA UMBERTO
Se deciderai di fare una visita guidata alla scoperta delle eccellenze del gusto oppure avrai la fortuna di farti accompagnare da catanesi doc per un insolito tour della città, una delle tappe percorse sarà sicuramente il caratteristico Chiosco Costa. Ti colpirà immediatamente lo stile liberty della sua struttura, ma ciò che nel tempo ha reso questo luogo una vera e propria istituzione è stata l’eccellenza dei prodotti utilizzati per la preparazione delle famose bevande analcoliche che da secoli dissetano catanesi e turisti: il tipico seltz, a base di sale e limone, e le più svariate bibite a base di preparati di frutta. A nostro parere le migliori sono in assoluto quella al mandarino e al tamarindo.

  • Piazza Turi Ferro, 20 Catania

CATANIA COSA VEDERE: Articoli consigliati

Cosa vedere nei dintorni di Catania

Ti lasciamo il link ad alcuni nostri post grazie ai quali potrai scoprire cosa vedere nei dintorni di Catania oppure visitare altre destinazioni sparse all’intero del meraviglioso territorio siciliano.

 

Hai trovato utile questo racconto di viaggio? Interagisci con noi lasciando un commento! Condividilo con i tuoi amici!
Per rimanere sempre aggiornato vienici a trovare su Instagram e su Facebook!


Ultimo aggiornamento: 15 aprile 2022

10 commenti

  • Fabio

    Bellissimo e ricchissimo questo articolo con le cose da vedere a Catania in 3 giorni! Spero davvero di andarci presto. Il Monastero dei Benedettini mi sembra davvero bellissimo!!

    • Daniele & Marilena

      Grazie mille Fabio… Forse ci siamo dilungati un po’ troppo!!! ?
      Catania è davvero una città meravigliosa: gli edifici in stile barocco, il nero della pietra lavica che dona eleganza al suo centro storico, terrazze panoramiche che regalano viste mozzafiato e naturalmente specialità gastronomiche senza eguali!
      Speriamo che tu riesca a visitarla il prima possibile, magari utilizzando proprio i nostri consigli!

      • Valentina

        Proprio oggi un nostro amico ci ha detto che ha prenotato un volo per Catania, gli giro subito il vostro articolo su cosa vedere a Catania in 3 giorni perché mi sembra davvero completo! Non sapevo ci fossero così tante cose da vedere a Catania…mi ispirano molto il quartiere di San Berillo con i suoi murales e il borgo di San Giovanni Li Cuti.

        • Daniele & Marilena

          Ciao Valentina! Ma grazie mille! Speriamo che il tuo amico riesca a trovare tutte o quasi le informazioni utili per organizzare al meglio il suo viaggio a Catania qui nel nostro articolo!
          Il Quartiere di San Berillo e il Borgo di San Giovanni Li Cuti sono davvero due chicche che hanno impreziosito questa nostra tre giorni all’ombra dell’Etna!

  • Nicoletta

    Articolo utilissimo per chi vuole scoprire Catania in pochi giorni. Io purtroppo non l’ho ancora fatto, ma spero che questo vostro scritto mi torni utile il prima possibile!

  • Simonetta Clucher

    Ho un ricordo bellissimo di Catania. Ci sono stata alcuni anni fa e mi sono sempre promessa di tornarci. Ora che ho letto i tuoi consigli mi rendo conto che ci sono ancora molte cose che dovrei fare e vedere

    • Daniele & Marilena

      In tre giorni abbiamo macinato un sacco di chilometri a piedi per cercare di scoprire al meglio questa città, ma anche noi ci siamo lasciati alle spalle ancora tante cose da vedere soprattutto nei suoi dintorni e ci siamo ripromessi di tornarci il prima possibile!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.