La Costa Degli Etruschi | Podere Grattamacco
Toscana

Costa degli Etruschi: il nostro blog tour nella Toscana del Dio Bacco e di Carducci

Cosa vedere nella Costa degli Etruschi? Vieni con noi a Casale Marittimo, Bolgheri, Castagneto Carducci e Bibbona per scoprire gli ottimi vini e i meravigliosi panorami di questo angolo di Toscana. Visitare la Costa degli Etruschi è la scelta giusta per te? Le valutazioni della Five In Travel Charts ti aiuteranno a capirlo!


  • Periodo: Novembre
  • Durata: 1 giorno

La nostra giornata alla scoperta della Costa degli Etruschi è stata caratterizzata da un susseguirsi di meravigliosi panorami, di ottimi vini e soprattutto di interessantissime chiacchierate con produttori vitivinicoli e artigiani che ci hanno raccontato nel migliore dei modi questo territorio che, in un avvicendarsi di vigneti, uliveti, borghi antichi e meravigliose distese di sabbia baciate dal Mar Tirreno, si sviluppa dal comune di Santa Luce fino a quello di Piombino per terminare il suo percorso, dopo 150 km circa, sulla meravigliosa Isola d’Elba.

Casale Marittimo, Bolgheri, Borgo San Guido, Castagneto Carducci e Bibbona: ecco le mete di questo interessante blog tour che abbiamo vissuto e raccontato attraverso l’hashtag #AITBBolgheri!

 
Costa Degli Etruschi | Vini
Un blog tour all’insegna degli ottimi vini del territorio

Questo itinerario alla scoperta della COSTA DEGLI ETRUSCHI è il nostro personale suggerimento se sei un viaggiatore al quale piace esplorare il mondo affidandosi alla VISTA, al GUSTO, all’OLFATTO,all’UDITO e cercando attraverso il TATTO una CONNESSIONE CON IL LUOGO.

Scopri le nostre valutazioni!

🌎🌎🌎🌎🌎

VISTA

🌎🌎🌎🌎🌎

GUSTO

🌎🌎🌎🌎🌎

OLFATTO

🌎🌎🌎🌎

UDITO

🌎🌎🌎🌎

TATTO | CONNESSIONE COL LUOGO


 


COSTA DEGLI ETRUSCHI: Il racconto del blog tour

La Strada del Vino e dell’Olio Costa degli Etruschi al fianco di AITB

Per quanto ci riguarda questo è stato il primo blog tour al quale abbiamo preso parte e siamo davvero felici di aver condiviso questa esperienza con degli ottimi compagni di viaggio, grazie ai quali abbiamo potuto imparare molto sul mondo dei travel blogger e, soprattutto, su come si gestisce e si finalizza un progetto a supporto di un territorio.

Il ringraziamento più grande va sicuramente a Dario Nalin e a Piermario Meletti Cavallari, in rappresentanza del Consorzio La Strada del Vino e dell’Olio Costa degli Etruschi, che si sono dimostrati due ottimi padroni di casa accompagnandoci alla scoperta di questo splendido angolo di Toscana.

Costa Degli Etruschi Toscana | Blog Tour AITB
La delegazione AITB al completo

Questo consorzio, nato nel 1996, si pone l’obiettivo di disciplinare i prodotti di qualità che questo territorio regala: vino e olio extravergine di oliva su tutti. Negli ultimi anni si è anche specializzato nelle attività che riguardano la gestione a tutto tondo delle offerte turistiche edenogastronomiche che, nella Costa degli Etruschi, si concretizzano con tour in e-bike, passeggiate culturali, visite alle cantine e ai frantoi con degustazioni di eccellenze della cucina toscana.

Costa Etruschi | Blog Tour AITB
La degna conclusione del blog tour #AITBBolgheri

COSTA DEGLI ETRUSCHI COSA VEDERE: Il nostro itinerario

Casale Marittimo

Dopo aver lasciato la stazione di Livorno ci siamo diretti verso il comune di Casale Marittimo, un meraviglioso borgo medievale in cima ad una collina situata tra le province di Pisa e di Livorno che domina le terre coltivate, i boschi e la costa antistante l’Arcipelago Toscano.

Casale Marittimo, il cui nome non si riferisce alla vicinanza con il mare ma bensì al termine antico che indicava la Maremma, si trova nel cuore della Strada del Vino e dell’Olio Costa degli Etruschi e fa anche parte del circuito delle Bandiere Arancioni del Touring Club Italiano grazie soprattuto al suo grazioso centro storico di epoca medievale.

Costa Degli Etruschi Cosa Vedere | Casale Marittimo
Costa Degli Etruschi Cosa Vedere | Casale Marittimo

Azienda Agricola Toscani – OT Wine

  • Vista, Udito, Olfatto, Gusto, Tatto | Connessione con il luogo

Il profilo di Casale Marittimo sulla destra e sulla sinistra una delle vigne più suggestive della costa toscana. Con questa meravigliosa cartolina naturale ci accoglie l’Azienda Agricola Toscani, una realtà con una chiara identità nata dalla visione del maestro Oliviero Toscani e trasformatasi grazie alla passione e alle intuizioni di suo figlio Rocco.

Parliamo di azienda agricola e non di azienda vitivinicola perché in questo territorio, a 350 metri sul livello del mare, non si trovano solo vigne di Teroldego, Petit Manseng, Greco, Syrah e Cabernet Franc ma anche ulivi, cavalli americani, maiali di Cinta Senese e colombi viaggiatori, la vera passione di Rocco.

Costa Etruschi | Azienda Agricola Toscani
La prima tappa del blog tour: Azienda Agricola Toscani – OT Wine

Dopo aver ammirato il panorama circostante e le meravigliose sfumature autunnali che colorano le foglie delle viti, ci trasferiamo nella sala degustazioni per iniziare a scoprire i prodotti di OT Wine ma soprattutto conoscere la storia della famiglia Toscani e di questa splendida realtà nata alla fine degli anni ’60 e sbocciata circa 10 anni fa con il passaggio alla coltivazione votata al biologico.

Rocco si dimostra sin dalla prime battute un ottimo padrone di casa, deliziando il nostro palato con ottimi stuzzichini [Imperdibile il prosciutto di loro produzione] ma soprattutto conquistandoci con i racconti carichi di passione e di amore per questa terra e per questo lavoro.

Costa Degli Etruschi | Azienda Agricola Toscani
Costa Degli Etruschi | Azienda Agricola Toscani – OT Wine

Una visita in cantina non si può definire tale se non si ha la possibilità di lasciarsi inebriare dai colori, dai profumi e dai sapori tipici del nettare degli dei. Ci siamo così trovati ad analizzare ma soprattutto ad assaporare ben quattro prodotti marchiati OT Wine, attraverso un percorso sensoriale.

Il primo vino degustato è stato il “Lolì”, 100% uve Syrah, che si presenta con un color pesca leggermente torbido per via della maturazione “sur lie”, ossia maturato su cellule esaurite di lievito, con un perlage fine e con profumi di frutti rossi e pompelmo. Un modo decisamente elegante ed inatteso per iniziare il nostro viaggio tra i vigneti di Casale Marittimo.

“I Toscani”, ricavato da uve Syrah e Teroldego dopo un affinamento di sei mesi in acciaio e sei mesi in bottiglia, ci ha accompagnato invece alla scoperta delle origini di OT Wine. Questo vino, che al naso si presenta con note speziate e con i profumi dei frutti a bacca nera, rappresenta infatti il primo prodotto di questa azienda e vuole essere, inoltre, un tributo all’allegria e alla convivialità di Nonno Fedele.

La Costa Degli Etruschi | OT Wine
Lumeo, Vieni Via Con Me, Lolì: alcune delle etichette OT Wine

Prendiamo il nome dei due figli di Rocco, Luce e Romeo, e aggiungiamo i colombi viaggiatori, una delle sue più grandi passioni, ed ecco il risultato di questo strano ma interessante mix: “Lumeo”.
Prodotto con uve Syrah, fermentate e macerate per sei mesi in anfore di terracotta e cocciopesto, questo vinocolpisce immediatamente per il suo colore rosso rubino e per i suoi profumi che vanno dal pepe nero ai lamponi freschi e dalle erbe balsamiche alle more.
Circa 2.000 bottiglie all’anno, tutte numerate a mano, fanno di questo prodotto la vera punta di diamante della famiglia Toscani.

Con un calice di “Vieni Via Con Me.” salutiamo Rocco e cogliamo al volo il suo invito “[…] a far parte della nostra casa, della nostra terra, della nostra ricerca e del nostro sacrificio […]“.
Dodici mesi di affinamento in tonneaux di rovere francese e dodici mesi in bottiglia regalano a questo vino, 100% uve Cabernet Franc, meravigliose note floreali che si sposano alla perfezione con profumi di caffè e di spezie.

Quella trascorsa a due passi da Casale Marittimo si è rivelato davvero ill modo migliore per iniziare il nostro tour alla scoperta della Costa degli Etruschi in quanto abbiamo avuto la fortuna di portarci a casa un meraviglioso assaggio di questo territorio tra panorami mozzafiato, deliziosi prodotti e accoglienza che profuma di casa!

Costa Degli Etruschi | OT Wine
Costa Degli Etruschi | OT Wine
 

Bolgheri

Nemmeno il tempo di goderci per l’ultima volta la strepitosa vista sui vigneti di Casale Marittimo che siamo nuovamente in viaggio per raggiungere la seconda meta della giornata: Bolgheri.
Si tratta di uno dei borghi più famosi e affascinanti di tutta la Toscana grazie, soprattutto, alla presenza dell’iconico Viale dei Cipressi e alla produzione del vino Sassicaia.

Oltre ad immortalare la strada resa celebre da Giosuè Carducci nella poesia “Davanti San Guido”, ti consigliamo di varcare la porta d’ingresso, situata sotto la torre del Castello dei Conti della Gherardesca, e di concederti unapasseggiata alla scoperta del grazioso centro storico di Bolgheri tra le sue caratteristiche case in pietra e le sue splendide botteghe artigiane.

Toscana Costa Degli Etruschi | San Guido
Toscana Costa Degli Etruschi | Tenuta San Guido

Viale dei Cipressi

  • Vista, Tatto | Connessione con il luogo

Visitando questa zona della Toscana è obbligatorio sostare nei pressi del famosissimo viale per ammirare “[…] I cipressi che a Bólgheri alti e schietti van da San Guido in duplice filar […]”.
Questa strada, costituita da oltre 2.000 cipressi che si estende per oltre 4,5 km collegando San Guido alla torre del Castello dei Conti della Gherardesca, rappresenta una meta obbligata per fotografi professionisti o per semplici turisti che amano portarsi a casa una delle cartoline più rappresentative della Costa degli Etruschi.

Naturalmente anche noi, da buoni travel blogger, non abbiamo perso l’occasione di immortalare questo scorcio, dal 1955 dichiarato di interesse artistico e paesaggistico, approfittando del pochissimo traffico e soprattuttodi un cielo davvero scenografico in grado di rendere lo scatto ancora più intrigante.

Costa Degli Etruschi Cosa Vedere | Viale Dei Cipressi
Costa Degli Etruschi Cosa Vedere | Viale Dei Cipressi

Borgo e Tenuta San Guido

  • Vista, Tatto | Connessione con il luogo

Rimanendo sempre sul Viale dei Cipressi ci concediamo una breve pausa per ammirare da vicino Tenuta San Guido, nota per aver fatto conoscere in tutto il mondo uno dei vini più rappresentativi dell’eccellenza italiana: il Sassicaia, il nettare degli dei per eccellenza prodotto con uve Cabernet Sauvignon [85%] e Cabernet Franc [15%].
Grazie al progetto visionario del suo fondatore, il Marchese Mario Incisa della Rocchetta, nel 1968 questo vino iniziò ad essere commercializzato dando il via ad una storia costellata di riconoscimenti a livello mondiale rimanendo, tuttavia, sempre legata alle tradizioni e all’autenticità di questo territorio nonostante la fama e i prezzi raggiunti!

Se le cantine dove sono custodite queste celebri bottiglie sono off-limits, le altre zone della tenuta risultano essere aperte al pubblico, consentendo quindi una breve ma piacevole passeggiata tra queste graziose costruzioni che sembrano essere uscite da una favola.

Questi edifici, in stile anglo-romano, fanno parte del Borgo di San Guido sviluppatosi nei primi anni ’50 con l’obiettivo di offrire una serie di servizi alla piccola comunità costituita dai lavoratori della tenuta, dando vita così a questo piccolo agglomerato urbano all’interno del quale nacquero appartamenti, scuole e addirittura un piccolo cinema.

Costa Degli Etruschi | Tenuta San Guido
Costa Degli Etruschi | Tenuta San Guido
 

Castagneto Carducci

Lasciata la piccola frazione di Bolgheri ci spostiamo in una delle località più famose della Costa degli Etruschi: Castagneto Carducci conosciuto, fino al 1907, come Castagneto Marittimo.
Situato nel cuore dell’Alta Maremma questo borgo, fortemente legato al poeta italiano che qui trascorse parte della sua infanzia, rappresenta la meta perfetta per chi volesse scoprire l’anima enogastronomica di questa zona della Toscana grazie alla presenza di cantine, enoteche, uliveti, botteghe artigiane e ottime trattorie.

Questo borgo, in cima ad una collina a 10 chilometri circa dal mare, offre la possibilità di visitare l’imponente castello medievale, oggi adibito ad eventi e feste private, la Casa Museo Carducci, la Chiesa del S.S. Crocifisso, al cui interno si trova un crocifisso ligneo risalente al quattrocento, il Palazzo Pretorio, sede del Comune, il Teatro Roma e alcuni deliziosi punti panoramici come quello del Piazzale Belvedere.

Castagneto Carducci ha rappresentato senza ombra di dubbio la tappa più completa dal punto di vista sensoriale grazie alle moltissime esperienze, strettamente legate al territorio, alle quali abbiamo avuto la fortuna di partecipare in collaborazione con ilConsorzio La Strada del Vino e dell’Olio Costa degli Etruschi.

Costa Degli Etruschi Toscana | Podere Grattamacco
I meravigliosi colori del Podere Grattamacco di Castagneto Carducci

Podere Grattamacco Collemassari

  • Vista, Udito, Olfatto, Gusto, Tatto | Connessione con il luogo

Dopo aver contemplato i panorami e i colori autunnali del podere Grattamacco, che deve il suo nome al macco il minerale ferroso che veniva grattato dagli Etruschi su queste colline durante la lavorazione del ferro, ci spostiamo all’interno dell’omonima tenuta dove troviamo ad attenderci la solare e loquace Michela.

Veniamo accolti nella terrazza, che si apre sui meravigliosi panorami che circondando l’azienda, per iniziare a conoscere l’interessante storia di questa tenuta della DOC Bolgheri, fondata nel 1977 da Piermario Meletti Cavallari e passata successivamente nelle mani di Claudio Tipa agli inizi degli anni 2000 per confluire all’interno della realtà vitivinicola conosciuta come Collemassari.

Toscana Costa Degli Etruschi | Collemassari
Costa Degli Etruschi | La meravigliosa terrazza della Tenuta Grattamacco

Tra un racconto e l’altro ci troviamo a passeggiare tra botti d’acciaio e tinelli di legno per iniziare a conoscere più da vicino gli eccezionali prodotti di questa cantina, la seconda per storicità alle spalle della Tenuta San Guido, capace di catturare l’interesse degli intenditori provenienti da tutto il mondo.

Aggirandoci nel cuore pulsante della tenuta scopriamo, grazie alla passione e alla disponibilità di Michela, alcuni tratti distintivi alla base della lavorazione delle bottiglie targate Grattamacco come ad esempio la potatura a mano e la coltivazione biologica degli oltre 25 ettari di vigneti, con un unico scopo: dare vita a vini puri e naturali.

Prima di iniziare la degustazione, l’accogliente padrona di casa ci regala l’ennesima sorpresa capace di rendere ancora più indimenticabile questa esperienza lungo la Costa degli Etruschi: un giro tra le barriques di rovere francese e le bottiglie più pregiate di questa cantina, facendoci toccare con mano anche una delle prime nate in casa Grattamacco datata 1982!

La Costa Degli Etruschi | Collemassari
Le cantine dove nascono i meravigliosi vini della Tenuta Grattamacco

Finalmente prendiamo posto nell’elegante sala degustazione dove troviamo ad attenderci le quattro etichette che l’azienda vitivincola distribuisce in tutto il mondo: il “Grattamacco Bolgheri Vermentino”, il “Bolgheri Rosso“, “L’Alberello” e il “Grattamacco Bolgheri Rosso Superiore”.

Anche se la tenuta si trova in una zona vinicola votata alla produzione di grandi rossi, dalla cantina di Grattamacco nasce anche il meraviglioso “Grattamacco Bolgheri Vermentino” [100% Vermentino] che profuma di pesca gialla e di mandorla. L’affinamento per metà in acciaio e per metà in barrique conferisce a questo vino un colore giallo paglierino intenso e una meravigliosa dolcezza al palato.

Dopo questo inizio inaspettato ma decisamente interessante, Michela ci presenta il “Bolgheri Rosso” [65% Cabernet Sauvignon, 20% Cabernet Franc, 10% Merlot e 10% Sangiovese] un vino dall’ottimo rapporto qualità/prezzo che si presenta al calice con un colore rosso rubino scuro che conquista immediatamente l’olfatto grazie ai sentori di pepe e di frutti rossi.

Costa Degli Etruschi | Collemassari
I meravigliosi vini del Podere Grattamacco Collemassari

Il viaggio sensoriale diventa ancora più interessante grazie alle ultime due proposte!
“L’Alberello” [70% Cabernet Sauvignon, 25% Cabernet Franc, 5% Petit Verdot] è un Bolgheri Rosso Superiore DOC che deve il suo nome alla particolare coltivazione che garantisce di mantenere separate tutte le viti a pari distanza e che consente una produzione massima di 1 kg di uva per ramo.
E’ stata una vera novità per noi e dobbiamo ammettere di aver decisamente apprezzato il sentore di liquirizia che si sposa alla perfezione con le note dei frutti rossi.

Questa splendida degustazione non poteva che concludersi se non con sua maestà il “Grattamacco Bolgheri Rosso Superiore” [65% Cabernet Sauvignon, 20% Merlot, 15% Sangiovese], un vino complesso ma allo stesso tempo equilibrato ed armonico caratterizzato da note di ribes, di legno, di fragole e di pepe.
Questo è, senza ombra di dubbio, uno dei vini più buoni mai assaggiati durante i nostri tour alla scoperta delle cantine italiane.

Costa Degli Etruschi Cosa Vedere | Collemassari
Costa Degli Etruschi Cosa Vedere | Società Agricola Collemassari

Terre dell’Etruria

  • Vista, Udito, Olfatto, Gusto, Tatto | Connessione con il luogo

Quest’angolo di Toscana non è solamente il paradiso per gli amanti del vino ma lo è anche per chi volesse scoprire altri prodotti del territorio come ad esempio il saporitoolio extra vergine di oliva IGP.
Accompagnati ancora una volta dalConsorzio La Strada del Vino e dell’Olio Costa degli Etruschi ci spostiamo solo di qualche chilometro per scoprire più da vicino la Cooperativa Terre dell’Etruria, una realtà che comprende una serie di aziende agricole provenienti da filiere produttive differenti.

Sin dalle prime parole siamo rimasti piacevolmente colpiti dagli obiettivi che questa cooperativa si pone di raggiungere in piena sintonia con i soci che ne fanno parte: valorizzazione delle produzioni agricole toscane, offerta di strumenti per aumentare la produttività e il posizionamento nel mercato, supporto e assistenza tecnica costante, riduzione degli sprechi, rispetto dell’ambiente e gestione sostenibile delle risorse.

Cosa Fare Nella Costa Degli Etruschi | Terre Dell'Etruria
Terre Dell’Etruria: domani come una volta

Guidati dal personale di Terre Dell’Etruria abbiamo potuto inoltre provare un’altra esperienza sensoriale davvero particolare: la degustazione di olio extra vergine d’oliva, grazie alla quale abbiamo appreso il significato del termine stripping e di come si analizza l’oro verde di questa zona della Toscana.

La Costa Degli Etruschi | Terre Dell'Etruria
L’olio extra vergine di oliva IGP, l’oro verde delle Terre Dell’Etruria

Premiata Fabbrica di Liquori Emilio Borsi

  • Vista, Udito, Olfatto, Gusto, Tatto | Connessione con il luogo

La giornata non volge ancora al termine e ne approfittiamo, quindi, per regalarci una piacevole passeggiata nel centro storico di Castagneto Carducci prima di scoprire altre meravigliose realtà artigianali radicate da anni nel territorio della Costa degli Etruschi.

La prima tappa ci conduce davanti all’ingresso della Premiata Fabbrica di Liquori Emilio Borsi, che dal 1800 porta avanti i sapori un tempo molto apprezzati anche dal poeta italiano che qui era di casa.
Secoli di tradizioni e di lavorazioni manuali si ritrovano ancora oggi nei prodotti che da Castagneto partono per deliziare i palati di mezzo mondo.

Costa Degli Etruschi | Fabbrica Liquori Borsi
Premiata Fabbrica Di Liquori Emilio Borsi

Dopo aver visitato il piccolo laboratorio ed aver ammirato i “ferri del mestiere”, come ad esempio il mortaio utilizzato per la battitura manuale della china proveniente dall’Ecuador, ci siamo concessi l’ennesima degustazione della giornata grazie alla quale abbiamo potuto scoprire liquori di gran classe come ad esempio: il “Gran Liquore del Pastore”, preparato con latte senza lattosio, vanillina pura e limoni, “L’Amarancia”, a base di arancia amara, e soprattutto il famosissimo “Elixir China Calisaja”, alla base del quale c’è un procedimento lungo e faticoso.

Toscana Costa Degli Etruschi | Emilio Borsi
I prodotti della Premiata Fabbrica Di Liquori Emilio Borsi

Peperita – Azienda Agricola Toscana

  • Vista, Udito, Tatto | Connessione con il luogo

La seconda tappa alla scoperta dell’anima enogastronomica della Costa degli Etruschi ci ha portato, invece, a conoscere una vera particolarità di questo territorio: Peperita, un’azienda che si occupa di coltivare, trasformare e commercializzare il peperoncino coltivato nella zona di Bibbona.

Oltre 29.000 piante di circa 200 varietà, situate in una zona pianeggiante dell’Alta Maremma che per lunghi periodi dell’anno gode di un clima temperato, sono il patrimonio della famiglia Salvadori che da tre generazioni porta avanti un’attività basata sul forte legame con la natura, il territorio e l’agricoltura biologica.

Cosa Fare Nella Costa Degli Etruschi | Peperita
Peperita: un negozio decisamente “caliente”

All’interno del punto vendita di Castagneto Carducci abbiamo potuto ammirare i moltissimi prodotti creati dalle sapienti mani di Rita Salvadori e del suo team: polveri, condimenti, patè, confetture e addirittura creme dolci a base di Banana Pepper, Scotch Bonnet, Habanero Chocolate, Trinidad Scorpion per finire con il “letale” Carolina Reaper!

La Costa Degli Etruschi | Peperita
I peperoncini sono alla base di tutti i prodotti marchiati Peperita

Piccolo Biscottificio Castagnetano

  • Vista, Udito, Olfatto, Gusto, Tatto | Connessione con il luogo

Dopo un’esperienza decisamente “hot” salutiamo il grazioso borgo toscano visitando una bottega molto dolce: il Piccolo Biscottificio Castagnetano.
Quella che all’apparenza sembra un’antica bottega dolciaria è invece un negozio nato alla fine del 2017 che fa dell’amore per le ricette tradizionali il suo punto di forza, insieme all’utilizzo di farine di grani antichi.
Le ricette di nonna Carla, gelosamente custodite dalla famiglia Biagioni, rivivono negli scaffali e nelle vetrine di questo biscottificio che saprà conquistarti al primo assaggio!

Dove Mangiare Sulla Costa Degli Etruschi | Biscottificio
Piccolo Biscottificio Castagnetano

Noi abbiamo dovuto “sacrificarci” provando in sequenza: le zonzelle, deliziosi stuzzichini di pasta fritta, i corolli incesi, biscotti a base di anice la cui forma richiama un leone rampante, i mielatini, biscotti a base di miele, pinoli, mandorle macinate e noci, i burrini, che prevedono l’utilizzo di burro e limone, e i cantucci al pistacchio, golosissimi biscotti al cioccolato.

Un modo decisamente gustoso per salutare questo angolo di Toscana che in un solo giorno ha saputo conquistarci e incuriosirci soprattutto grazie alla disponibilità di Dario Nalin e al programma creato ad hoc solo per noi!

Costa Degli Etruschi Dove Mangiare | Biscottificio
Gli ottimi prodotti del Piccolo Biscottificio Castagnetano

TOSCANA COSTA DEGLI ETRUSCHI: Informazioni utili

Costa degli Etruschi dove si trova e come arrivare

Dopo aver letto il resoconto della nostra giornata di blog tour lungo una parte della Costa degli Etruschi ed aver scoperto cosa vedere in questa zona della Toscana, vogliamo fornirti anche tutte le indicazioni per raggiungere questo luogo caratterizzato da meravigliosi borghi e realtà locali di altissimo livello.

Per raggiungere Castagneto Carducci, il punto di partenza ideale per ripercorrere il nostro itinerario, ti consigliamo di utilizzare un’automobile per spostarti agevolmente in direzione degli altri iconici borghi di questa regione.
Una volta imboccata la SS1 – E80 in direzione Donoratico dovrai proseguire sulla Strada Provinciale Bolgherese per raggiungere la tua destinazione finale.

 

Costa degli Etruschi dove dormire

  • VILLA BORGERI AGRITURISMO | Via Bolgherese km. 4 loc. Vallone Castagneto Carducci

Terminata la nostra giornata alla scoperta di Casale Marittimo, Bolgheri e Castagneto Carducci abbiamo avuto la fortuna di soggiornare presso l’agriturismo di Giorgio Meletti Cavallari, una sistemazione che offre panorami da favola e appartamenti ampi, confortevoli e finemente arredati.

Gli uliveti e i vigneti[Assolutamente da provare il loro Borgeri Rosso, un ottimo Bolgheri Rosso DOC] che avvolgono l’agriturismo, la piscina e alcuni graziosi angoli immersi nella natura fanno di Villa Borgeri il luogo ideale dove alloggiare durante la permanenza nella Costa degli Etruschi.

Costa Degli Etruschi Dove Dormire | Villa Borgeri
Costa Degli Etruschi Dove Dormire | Villa Borgeri
Costa Degli Etruschi Dove Alloggiare | Villa Borgeri
Villa Borgeri: decisamente un dolce risveglio
 

Costa degli Etruschi dove mangiare

  • LA CICCIA DEL CIACCI | Via della Camminata Est, 5 Bibbona

Se sei un amante della cucina legata alle tradizioni e soprattutto della carne, La Ciccia Del Ciacci è il posto ideale dove mangiare sulla Costa degli Etruschi!
Il Maestro Macellaio Alessandro Ciacci ti accoglierà, in quel di Bibbona, nella sua macelleria-ristorante per farti provare una cucina rustica e autentica che saprà conquistarti al primo boccone.

Noi abbiamo avuto la possibilità di vivere un’esperienza culinaria davvero molto interessante grazie alle pietanze che il Maestro Ciacci ha voluto farci assaggiare: un mix di affettati e formaggi locali, degli ottimi crostini con fegatini di pollo e cipolla caramellata e, per finire, una selezione di piatti veraci come ad esempio il peposo, la trippa, le animelle e il lampredotto.

Dove Mangiare Costa Degli Etruschi | Ciccia Del Ciacci
La Ciccia Del Ciacci: Il macellaio d’accordo con i vegetariani
Costa Degli Etruschi Dove Mangiare | Ciccia Del Ciacci
Costa Degli Etruschi Dove Mangiare | La Ciccia Del Ciacci
 

Post consigliati | Costa Degli Etruschi cosa vedere

Ti lasciamo il link al nostro articolo sulla Wine Destinations di Livorno per continuare a ripercorrere le tappe del nostro blog tour in Toscana.


COSTA DEGLI ETRUSCHI TOSCANA: Condividi questo articolo

Hai trovato utile questo racconto di viaggio? Interagisci con noi lasciando un commento! Condividilo con i tuoi amici!
Per rimanere sempre aggiornato vienici a trovare su Instagram e su Facebook!

Costa Degli Etruschi | La Toscana del Dio Bacco e di Carducci
Cosa vedere nella Costa Degli Etruschi | Scopri il nostro blog tour in Toscana

In collaborazione con La Strada del Vino e dell’Olio Costa degli Etruschi


Ultimo aggiornamento: 20 dicembre 2021

6 commenti

  • Fabio

    Bello questo itinerario della Costa degli Etruschi in Toscana tra borghi e buon vino! E’ un’ottima idea ma… meglio portarsi un amico che non beve!! 😀

    • Daniele & Marilena

      Non so se fanno entrare una persona astemia!!! 🤪🤪🤪
      Questa giornata alla scoperta della Costa Degli Etruschi è stata davvero molto stimolante e davvero molto interessante!
      Abbiamo già in programma di tornare per scoprire altri luoghi di questa splendida zona della Toscana!

  • Pietrolley

    Ciao ragazzi! Avete scritto un ottimo articolo, scattando belle foto. Di questo itinerario conosco Bolgheri e Casale Marittimo, borgo che mi è rimasto dentro!
    Io ero stato anche a Montescudaio, che dista pochissimo da Casale ed è nella lista dei più belli d’Italia.

    Tanti auguri di Buon Anno!

    • Daniele & Marilena

      Grazie mille Pietro per essere passato dal nostro blog e soprattutto per il tuo feedback!
      Noi abbiamo avuto l’opportunità di passare una sola giornata nella Costa Degli Etruschi e quello che abbiamo visto ci ha conquistato! Sinceramente non vediamo l’ora di tornare per esplorare al meglio questa splendida zona!
      Ci segniamo molto volentieri Montescudaio…
      Tanti auguri di buon anno anche a te, sperando di poter viaggiare senza problemi!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *